Qatar 2022, il Marocco batte il Canada e si qualifica agli ottavi. A Torino esplode la festa in strada. E il traffico va in tilt – Il video

Centinaia di persone hanno celebrato la vittoria della squadra nella zona di Barriera di Milano. A eccezione del rallentamento del traffico, non si sono verificati scontri, né si registrano danni

Il Marocco ha battuto il Canada 2-1, qualificandosi agli ottavi di finale dei Mondiali di calcio in Qatar, per la seconda volta nella sua storia. E a Torino è esplosa la festa, con centinaia di persone che dopo il triplice fischio dell’arbitro si sono riversate nelle strade della zona Nord del capoluogo piemontese, in particolare a Barriera di Milano. Ma i festeggiamenti tra cori, bandiere e fuochi d’artificio si sono estesi anche lungo corso Giulio Cesare, mandando il traffico in tilt, causando alcuni rallentamenti del traffico e la creazione di alcune code. Un’esultanza che però non è piaciuta a diversi cittadini torinesi, che hanno polemizzato non solo per i rallentamenti del traffico, ma anche per i presunti mancati controlli di sicurezza. «Torino ormai sta diventando una banlieue in cui le strade vengono devastate per festeggiare la vittoria del Marocco contro il Canada ai Mondiali in Qatar. Anni di governo Pd e M5S e questo è il risultato. Bande di immigrati marocchini che paralizzano un intero quartiere e sparano fuochi d’artificio contro abitazioni private, forze dell’ordine e anche ambulanze», ha dichiarato l’esponente di Fratelli d’Italia, Augusta Montaruli. Ma Raffaele Petrarulo, ex consigliere comunale di Forza Italia, ha cercato di abbassare i toni delle polemiche: «Ho visto persone festeggiare, come fossero italiani. L’importante è che la situazione non degeneri, come successo qualche giorno fa a Bruxelles, dove un momento di gioia si è tramutato in scontri cittadini». Al termine dei festeggiamenti in strada non risultano essersi verificati né scontri, né incidenti, né danni a cose o persone.


Foto in copertina: TorinoOggi


Continua a leggere su Open

Leggi anche: