Ischia: l’abuso edilizio denunciato dopo la tragedia di Casamicciola

Sono 10 i condoni concessi solo nella settimana del disastro

È scattata la prima denuncia per abusivismo edilizio a Ischia dopo la frana che il 25 novembre ha colpito l’isola. Il denunciato è un uomo, residente del posto, che ha eseguito dei lavori edili senza aver conseguito nessun tipo di titolo abilitativo in un area coperta da vincolo paesaggistico in località Serrara Fontana, dalla parte opposta dell’isola rispetto alla martoriata Casamicciola. All’uomo sono stati sequestrati tre scheletri di cemento. Le basi di una costruzione che si estendono su una superficie di 100 metri quadrati. Nei giorni scorsi, si è parlato molto del ruolo avuto dalle costruzioni abusive nel bilancio della frana che scendendo da monte verso il mare si è trascinata con sé tutto quello che ha incontrato lungo il proprio cammino, compresa la vita di 11 persone. Solo nella settimana del 25 novembre sono stati concessi 10 condoni agli ischitani che avevano costruito edifici abusivamente.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: