Casamicciola, nuova evacuazione dalla zona rossa per l’allerta meteo: ancora rischio frane

L’ordinanza emessa per l’allontanamento dalle abitazioni individuate nelle aree a rischio non era mai stata di fatto revocata e si è ritenuto di doverla confermare per la nuova allerta meteo

A causa dell’allerta meteo arancione per Ischia diramata in mattinata dalla Protezione Civile della Regione Campania, il prefetto di Casamicciola ha confermato in conferenza stampa l’allontanamento dei residenti dalle case situate all’interno del perimetro della «zona rossa». Il commissario Calcaterra ha inoltre ribadito che l’invito a evacuare, rivolto ai cittadini per tutelarne la sicurezza, stavolta è «più deciso e pressante», pertanto – continua il prefetto – «non è facoltativo». L’ordinanza emessa per l’allontanamento dalle abitazioni individuate nelle aree a rischio non era mai stata di fatto revocata e si è ritenuto di doverla confermare per la nuova allerta meteo. Secondo il direttore della Protezione Civile regionale Italo Giulivo infatti, «le piogge previste potrebbero provocare nuove frane, determinando una pericolosità che deve essere assolutamente presidiata». Da mezzanotte, da quando scatta l’allerta arancione, potrebbero cadere sull’isola – in base alle previsioni – circa 60 millimetri di pioggia ma naturalmente – continua Giulivo – «le criticità saranno diverse se le precipItazioni si verificheranno nel giro di un’ora o di diverse ore». «Ci aspettiamo – spiega – un nuovo impatto su un territorio già gravato».


Anche la principale arteria stradale isolana, la statale 270, verrà di nuovo chiusa: un provvedimento – spiega il prefetto del piccolo comune sull’isola di Ischia – che potrebbe determinare anche lo stop all’attività commerciale del porto di Casamicciola. Durante la conferenza è stato inoltre annunciato che il fango disceso dalla sommità dell’Epomeo a seguito della alluvione e che ha invaso diverse zone di Casamicciola «verrà smaltito sull’isola e non trasportato in terraferma». Il terreno trascinato a valle dalle piogge che hanno provocato la frana  del 26 novembre scorso potrebbe essere infatti utilizzato per il «ripascimento degli arenili isolani o destinato ad usi civili consentendo un notevole risparmio sui costi per lo smaltimento ed evitando di ingolfare le discariche regionali».


Da mezzanotte allerta arancione sull’isola d’Ischia

La Protezione civile campana ha avvisato che dalla mezzanotte di stasera fino alle 23.59 di domani sarà allerta arancione sull’area. Secondo il bollettino meteo sono previste infatti precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, localmente di forte intensità. Eventi che, riferisce la Protezione Civile regionale, «potranno dare luogo a un rischio idrogeologico, anche diffuso, con possibili frane, instabilità di versante, colate rapide di fango o detriti, caduta massi, allagamenti, esondazioni, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, scorrimento superficiale delle acque piovane nelle strade e coinvolgimento delle aree urbane depresse».

Nell’avviso emanato, oltre a Ischia vengono incluse le zone 1 e 3, che comprendono rispettivamente Napoli, Isole, Area Vesuviana, Piana Campana e Costiera Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini. A questo proposito i sindaci interessati sono richiamati «alla massima attenzione, soprattutto sulle aree già colpite dal maltempo dei giorni scorsi». Viene ricordato ai primi cittadini di «attivare i Centri operativi comunali, di attuare tutte le norme previste dai rispettivi piani comunali di Protezione civile e di adottare le dovute misure di mitigazione del rischio e messa in sicurezza del territorio e di tutela dei cittadini anche in considerazione delle precipitazioni dei giorni scorsi e della saturazione dei suoli». Sul resto della Campania, la stessa Protezione civile regionale ha emanato una allerta di colore giallo.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: