Tra i club più ricchi comandano le inglesi: in testa il City, le italiane fuori dalla Top 10

Arranca la serie A rispetto al campionato inglese, che domina la classifica dei club con i maggiori ricavi, secondo l’annuale report di Deloitte

Non c’è più un’italiana tra le dieci società di calcio con più ricavi, secondo la classifica stilata da Deloitte sui bilanci della stagione 2021-2022. La Juventus infatti è passata dalla nona all’undicesima posizione, cedendo completamente la top 10 al dominio della Premier league con un po’ di Liga spagnola. Secondo i dati del rapporto dello Sports Business Group di Deloitte, per il secondo anno consecutivo è il Manchester City in testa alla classifica con i ricavi a 731 milioni di euro, seguita dal Real Madrid a 714 e Liverpool a 702. Per trovare i club italiani bisogna quindi andare oltre la decima posizione, con la Juve accreditata a 400 milioni di ricavi, in calo rispetto ai 433 dell’anno precedente. C’è poi l’Inter al 14mo posto con 308 milioni, in calo rispetto ai 330 precedenti, e il Milan che rimonta tre posizioni salendo al 16mo posto con 264 milioni, in crescita di 48 milioni. Secondo il report, il fatturato totale dei primi 20 club calcistici più ricchi al mondo per ricavi, di cui 11 inglesi, ha generato un totale di 9,2 miliardi. L’aumento del 13% in un solo anno è da attribuire innanzitutto al ritorno agli stadi pieni, dopo la fine delle restrizioni anti Covid. Dai soli biglietti venduti, i 20 club, di cui 11 inglesi, hanno ricavato 1,4 miliardi, rispetto ai 111 milioni dell’anno prima. La risalita è stata spinta di conseguenza anche dai ricavi commerciali, aumentati dell’8% secondo gli analisi di Deloitte, portando nelle casse dei club 3,8 miliardi. Entrate in più vanificate però dalla riduzione dell’11% dei ricavi dai diritti televisivi, dopo che i club avevano goduto dei rinvii dei ricavi per le partite rinviate quando è scoppiata la pandemia.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: