Frosinone, svastica gigante coi tappetini dell’area giochi: la bravata di Pasqua che fa infuriare il sindaco

L’episodio a Monte San Giovanni Campano, in provincia di Frosinone: «Tentano di mettersi in mostra con argomenti di cui non sanno nemmeno il significato»

Una svastica gigante nel bel mezzo dell’area pedonale, a due passi dai giochi dei bambini. È la sorpresa tutt’altro che divertente che hanno fatto trovare ai concittadini alcuni abitanti di Monte San Giovanni Campano, comune di 12mila abitanti in provincia di Frosinone. A denunciare la bravata più o meno consapevolmente neonazista del weekend pasquale è stato lo stesso sindaco del paese, Emiliano Cinelli, pubblicando la foto del triste ritrovamento. «Sono rammaricato, come sindaco di Monte San Giovanni Campano condanno fermamente il vile gesto di chi tenta di mettersi in mostra con argomenti di cui non sa nemmeno il significato e con il solo risultato di aver distrutto lo spazio giochi dei bambini», ha scritto Cinelli su Instagram. Secondo La Stampa, gli autori della bravata avrebbero prima divelto i tappetini in gomma che proteggono i giochi per bambini adiacenti a piazza Aldo Moro, nella frazione di Colli, quindi li avrebbero utilizzati per comporre una gigantesca svastica “artigianale”.


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Emiliano Cinelli (@emilianocinellimsgc)


Leggi anche: