La Commissione europea sta per dire sì all’ingresso di Lufthansa in Ita Airways (ma a delle specifiche condizioni)

Il ministro Giorgetti: «Diciamo che la data è fissata, sono convocati sposi e testimoni. Tutto può accadere. In questo momento credo che convoleremo a nozze»

La Commissione europea ha approvato il pacchetto di rimedi proposto dal ministero dell’Economia e Lufthansa per l’ingresso del gruppo tedesco in Ita Airways. La decisione deve essere ancora formalizzata, il verdetto ufficiale sarà reso noto entro il 4 luglio. Fonti europee vicine al dossier riportano ad Ansa di «progressi decisivi». L’intesa prevede condizioni per la tutela della concorrenza nello scalo di Milano-Linate e sui collegamenti di corto e di lungo raggio, con l’apertura delle rotte alle compagnie rivali. La commissione si ritiene soddisfatta della versione preliminare («draft remedies») inviata negli ultimi giorni.
L’Antitrust Ue, Lufthansa e Ita al momento non commentano.


«Io credo che in questi giorni si è lavorato ancora molto intensamente, duramente. Diciamo che la data è fissata, sono convocati sposi e testimoni. Tutto può accadere. In questo momento credo che convoleremo a nozze, però tutto può essere», ha dichiarato il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti. «Le tanto sospirate nozze. Sono convocati sposa e testimoni però potrebbe anche non presentarsi il Don Abbondio della situazione», ha aggiunto il ministro rispondendo ai giornalisti a margine di una visita all’Associazione industriale di Cremona.


Leggi anche: