Marco Rossetti: chi è l’uomo che ha ucciso la madre e si è tolto la vita a Senigallia

Aveva problemi psichici. Il porto d’armi gli era stato revocato

Si chiama Marco Rossetti il 51enne che ieri si è barricato in casa dopo aver ucciso la madre e si è tolto la vita a Cesano di Senigallia in provincia di Ancona. In una foto pubblicata dal Quotidiano Nazionale lo si vede mentre mostra una pistola nella sua fodera. Il porto d’armi gli era stato revocato due anni fa a causa dei disagi psichici manifestati. Rossetti ha ucciso la madre Ornella, 87 anni. Lo ha fatto mentre lei era sul terrazzo e ha lasciato il cadavere sul balcone. Poi si è barricato per alcune ore nella villetta vicino al ponte sul fiume Cesano al confine con la provincia di Pesaro e Urbino. Infine si è sparato un colpo di pistola alle 20,30. Prima di uccidersi ha avvertito uno dei fratelli di quello che aveva fatto.


I problemi psichici

Rossetti aveva da tempo problemi psichici. A dare l’allarme è stato un vicino che ha sentito il primo colpo di pistola. Dopo la revoca del porto d’armi l’uomo non avrebbe dovuto avere armi in casa. Ora le indagini cercheranno di appurare come se l’è procurata. Ornella Rossetti, vedova, era conosciuta in tutta la zona. La villetta dove vivevano madre e figlio si trova di fronte al centro commerciale “Il maestrale”. Le auto in zona sono state allontanate durante l’intervento delle forze dell’ordine e il traffico è stato chiuso in zona. Rossetti ha vegliato la madre per ore, poi ha chiesto l’intervento dei carabinieri. Ma alla fine ha deciso di uccidersi. L’uomo era stato ricoverato in altre occasioni, senza però miglioramenti sul suo stato di salute mentale. Secondo le prime indagini lui e la madre avrebbero litigato per motivi ancora sconosciuti.


Leggi anche: