Mara Carfagna

Mara CarfagnaAnsa | Mara Carfagna è una deputata di Forza Italia, ricopre la carica di ministra per il Sud nel governo Draghi.

Dei partiti che hanno espresso più ministri nel governo Draghi, Forza Italia è quello che ha portato la maggiore quota di donne: due su tre. Mara Carfagna è una di loro. Il 13 febbraio 2021, ha preso il posto di Giuseppe Provenzano al ministero per il Sud e per la coesione territoriale. A 45 anni compiuti il 13 febbraio, è la seconda volta che diventa titolare di un dicastero. Una settimana prima del giuramento, la forzista aveva intravisto nella formazione di un esecutivo guidato da Mario Draghi «una grande opportunità, non perdiamola».

Chi è Mara Carfagna?

Nata a Salerno il 18 dicembre 1975, Mara Carfagna imposta la sua carriera su due binari: la danza, la musica, e la formazione giuridica. Si diploma in ballo al teatro San Carlo di Napoli e, dopo la fine del liceo, vola a New York per continuare a perfezionarsi come ballerina. Nell’età scolare, studia anche pianoforte e recitazione. La prima porta del mondo dello spettacolo le si apre davanti a 21 anni, quando si classifica sesta al concorso di bellezza di Miss Italia. Subito dopo, Fabrizio Frizzi la sceglie come co-presentatrice del programma televisivo Domenica in.

Contemporaneamente, Carfagna riesce a frequentare anche l’università: si laurea in Giurisprudenza a Salerno nel 2001 con il massimo dei voti. Tra lo spettacolo e l’attività giuridica, però, prevale una terza via: la passione per la politica. La carriera da modella e nel mondo televisivo sfuma quando, nel 2004, diventa coordinatrice del movimento femminile interno a Forza Italia, in Campania.

La carriera politica e l’impegno per le donne

Mara Carfagna Ansa/Claudio Peri | Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, e Mara Carfagna durante la conferenza stampa di presentazione del Dipartimento Libertà Civili e Diritti Umani presso la sala Aldo Moro alla Camera, Roma, 23 ottobre 2014.

Alle elezioni politiche del 2006, Mara Carfagna viene eletta alla Camera dei deputati nelle file del partito di Silvio Berlusconi: ha appena 30 anni. Un anno dopo diventa la coordinatrice nazionale della corrente femminile di Forza Italia, Azzurro Donna. L’exploit politico prosegue e il rapporto con Berlusconi si rinsalda. «Se non fossi già sposato, la sposerei immediatamente», dice di lei il presidente del partito. L’ex moglie del leader di Forza Italia, Veronica Lario, non la prende bene e pretende delle scuse pubbliche. I gossip che gravitano intorno al mondo Berlusconi e il passato da modella mettono la giovane deputata nella difficile condizione di essere giudicata più sul lato estetico che per le battaglie politiche.

Ciononostante, l’ascesa di Carfagna continua: a 32 anni è nominata ministra per le Pari opportunità nel governo Berlusconi IV. In questo ruolo, si fa la principale promotrice della legge, entrata in vigore con il decreto Maroni nel 2008, che istituisce il reato di stalking. Lungo tutta la parabola politica, porta avanti la battaglia contro la violenza sulle donne. È alla quarta legislatura da deputata: il 29 marzo 2018 viene eletta vicepresidente della Camera, ruolo che ha dovuto lasciare per ricoprire l’incarico da ministra per il Sud del governo Draghi.

Testo di Felice Florio

Temi correlati