Andalusia : come Vox sta cambiando il paesaggio politico in Spagna

Fuori i socialisti, dentro la nuova destra. Ecco il nuovo governo della regione spagnola 

I risultati delle elezioni regionali in Andalusia hanno suscitato scalpore per vari motivi. Storica roccaforte del partito socialista, attualmente al governo con il premier Pedro Sánchez ​​​​​, nuovo paladino della sinistra Europea, l'Andalusia è passata nelle mani della destra. Il PSOE ha ottenuto il maggior numero di voti (28%), ma per la prima volta dalla morte di Francisco Franco, non governerà la regione autonoma.

A provarci saranno il Partito Popolare (con il 20,8% di voti) e Ciudadanos (con il 18,2%), che giovedi 27 dicembre hanno inaugurato la undicesima legislatura. Per formare una coalizione all'interno del parlamento regionale e quindi eleggere le cariche principali dell'organo collegiale, la Mesa, il Partito Popolare e Ciudadanos hanno sottoscritto – dopo più di tre settimane dall'esito delle elezioni ad inizio dicembre – un "contratto di governo", detto del cambiamento, con cui si impegnano a governare l'Andalusia, facendo un fronte comune contro le spinte indipendentiste.

Fondamentale anche l'appoggio di Vox, altra grande novità di queste elezioni. La novità sovranista spagnola ha vinto l'11% del voto, non abbastanza per entrare nella coalizione ma sufficiente per poter condizionare le dinamiche parlamentari, grazie anche alla decisione di Adelante Andalucia (in cui convergono vari movimenti di sinistra tra cui Podemos) di non dare il suo sostegno alla coalizione di destra. In cambio del loro appoggio hanno ottenuto un posto al tavolo: il nuovo rappresentate di Vox nella Mesa sarà Manuel Gaviria.

https://twitter.com/statuses/1078212560007118848

Il nuovo Presidente della Mesa, nominata sempre grazie all'asse Pp-Cs-Vox è Marta Bosquet, è del partito Ciudadanos. Sconfitta Immaculada Nieto (di Adelante Andalucia).

https://twitter.com/statuses/1078255440969064448

Nei prossimi giorni i leader del PP e Ciudadanos andaluso, rispettivamente Juanma Moreno e Juan Marín, dovranno formare un governo per poi arrivare al voto sulla Presidenza.

https://twitter.com/statuses/1069356160313110528

Cos'è Vox?

Il partito spagnolo è un nuovo schieramento di destra di stampo nettamente sovranista ed euroscettico. Nasce nel 2014 con la fuoriuscita di alcuni 'ribelli' dal partito conservatore (Il Partito Popolare) tra cui Santiago Abascal, parlamentare basco ed attuale leader del movimento. Negli ultimi mesi ha sorpreso tutti facendo registrare tassi di gradimento pari all'8% a livello nazionale. Secondo un sondaggio di El Confindencial, se gli spagnoli votassero oggi Vox potrebbe prendere 2 milioni di voti, non 700mila come previsto prima.

L'ascesa di Vox risale al 2017, dopo gli attentati a Barcellona e la crisi catalana che hanno dato nuovo impeto al movimento anti-indipendentista e anti-multiculturale. Vox rappresenta una novità nel paesaggio politico spagnolo non soltanto perché come Podemos e Ciudadanos ha rotto il duopolio PSOE-PP; ma anche per le sue posizioni euroscettiche e sovraniste. Ultimamente il movimento spagnolo ha fatto parlare di sè anche per aver pubblicato una foto di un presepe con sullo sfondo una bandiera spagnola.

Leggi anche