Trump ha rivelato dettagli top secret sulle truppe in Iraq

di OPEN

Il presidente degli Stati Uniti ha pubblicato le immagini delle truppe speciali americane senza oscurare i volti dei militari

La visita di Donald Trump alle truppe americane in Iraq doveva essere una distrazione dai problemi di politica estera e interna, come il crollo delle borse americane nel periodo pre-natalizio (qualche giorno fa il Nasdaq ha perso circa il 20% rispetto ai picchi di agosto) e il blocco parziale dell’amministrazione federale (il cosiddetto shutdown).

Invece di restare a Washington D.C. nell’attesa che il Congresso approvi il budget e accetti di spendere 2,5 miliardi di dollari per costruire un muro al confino con il Messico, il Presidente è volato in Iraq e poi in Germania insieme alla moglie Melania per mostrare la sua vicinanza (almeno mediatica) alle truppe tanto osannate nella retorica politica statunitense.

Il viaggio si è rivelato un boomerang. Il settimanale americano Newsweek ha fatto notare che nei video e nelle foto pubblicate da Donald Trump su Twitter e poi diffuse dalla Casa Bianca non sono stati oscurati i volti dei militari americani, come avviene in genere per tutelare la loro sicurezza. Tra loro, secondo la stampa americana, c’erano anche le Navy Seal, il corpo élite di marine.

https://twitter.com/statuses/1078026520021544960

Pubblicando questo materiale, il Presidente non avrebbe soltanto infranto il protocollo ufficiale, ma anche rivelato informazioni di natura riservata, esponendo a nuovi rischi la strategia militare degli Stati Uniti in Iraq. A far discutere in particolare è una foto del Presidente in compagnia del Tenente Comandante Kyu Lee, scattata dopo che il militare aveva spiegato di far parte dell’unità militare SEAL Team Five.

photo
Newsweek 

L’errore arriva in un momento delicato per gli Stati Uniti dal punto di vista militare. La settimana scorsa il Presidente Trump ha annunciato il ritiro di 2mila militari dalla Siria e di 7mila dall’Afghanistan, provocando le dimissioni del suo segretario della Difesa, il Generale James Mattis.

Leggi anche