L’Unione europea vieta la vendita dei cotton fioc di plastica

Dal primo gennaio è scattato il divieto sulla vendita dei bastoncini non bio-degradabili. Dal 2021 saranno molti di più gli oggetti che non potranno più entrare in commercio. Ecco quali 

Inizia la marcia verso un futuro a consumo di plastica ridotto. La Legge di bilancio 2018, varata dal Governo Gentiloni, ha stabilito che venisse banditadal primo gennaio 2019 la vendita di bastoncini cotonati non bio-degradabili. Dalla pubblicazione della foto di Justin Hofman, che ritraevaun cavalluccio marino che portava a spasso un cotton fioc, questi sono diventati un simbolo dell'inquinamento marino.

Secondo Legambiente , i cotton fioc rappresentano il 9% dei rifiuti sulle spiagge italiane, una media di 60 per ogni spiaggia.Meno sporcizia sulle spiagge quindi ma, anche meno pericoli per la fauna marina che spesso muoredopo averli ingeriti. Il divieto non riguarda tutti i bastoncini, ma soltanto quelli in plastica.

Per ripulire le spiagge e i nostri mariservirà anche il contributo dei consumatori, partendo da un semplice gesto: gettarli nel cestino dell'immondizia e non nella tazza del waterdove – dopo aver viaggiato nelle fogne -potrebbero tornare a sporcare le nostre coste.

I divieti non sono limitati ai bastoncini per le orecchie. Con una direttiva sulle plastiche mono-uso l'Unione Europea ha voluto mettere al bando una serie di prodotti in plasticadi uso quotidiano dove esistono alternative "a portata di mano" e "aun costo limitato." La lista assomiglia aun kit per un picnic: bicchieri, posate, cannucce e bastoncini per i palloncini.

Cotton fioc, bicchieri e creme: parte l'era senza plastica foto 2

Direttiva Europea sulle plastiche monouso

L'Italiasi è portataavanti su questo fronte. La legge di bilancio 2018prevede giàla messa al bando dal 1 gennaio 2020 di prodotti cosmetici che contengono microplastichee granellidi plastica che inquinano non soltanto l'ambiente, ma contaminano anche i prodotti alimentari. Secondo uno studio realizzatodall'associazione MedSharkscon il supporto tecnico del CNR ISMAC di Biella, in Italia sono almeno 81 i prodotti di 37 aziende cosmetiche che contengono alte concentrazione dipolitilene. Fra queste ci sarebbero prodotti usati quotidianamente da migliaia di italiani, comele creme esfolianti, saponi e gel vendutianche dai brand di lusso.

Cotton fioc, bicchieri e creme: parte l'era senza plastica foto 1

  • LEGGI ANCHE

La manovra 'poco verde' del governo Giallo-Verde

#StatsoftheYear: il 90% della plastica non è mai stata reciclata