Gilet gialli, Salvini prende le distanze da M5S: “Condanniamo ogni episodio di violenza”

Dopo l’apertura del ministro del Lavoro al movimento francese, il vicepremier leghista prende le distanze dalla posizione dei 5 Stelle: “La violenza non serve a nessuno”. Le opposizioni italiane criticano, Macron invita a non intromettersi

Matteo Salvini ha preso le distanze dai Gilet gialli e dal suo alleato di Governo, che ha offerto il suo appoggio ai manifestanti francesi: “Sostegno ai cittadini perbene che protestano contro un presidente che governa contro il suo popolo – dice Salvini – ma assoluta, ferma e totale condanna di ogni episodio di violenza che non serve a nessuno”.

Di tutt’altro tenore le parole delvicepremier Luigi Di Maio che oltre a schierarsidalla parte dei Gilet gialli, ha offerto loroil supporto informatico di Rousseau, la piattaforma che il Movimento 5 Stelle utilizza per la partecipazione dei suoi sostenitori. «È un sistema pensato per un movimento orizzontale come il vostro», ha scritto sul Blog delle Stelle.

Gilet gialli, Salvini prende le distanze da Di Maio:
Ansa / Nathalie Loiseau, ministro degli Affari europei

Anche Partito Democratico e Forza Italia criticano l’endorsement di Di Maio ai Gilet gialli. “Il ministro Di Maio assicura il proprio sostegno ai Gilet gialli francesi proprio nel momento in cui questi usano violenza sui palazzi delle istituzioni e contro i poliziotti”, dice Matteo Renzi.

La nota di Mara Carfagna è più ironica: “Il governo di Luigi Di Maio aumenta le tasse in Italia per quasi 13 miliardi. I gilet gialli protestano in Francia contro l’aumento delle tasse. Luigi Di Maio offre il sostegno dell’M5s ai gilet gialli: trova l’errore”.

La presa di posizione dei vicepremier italiani non è piaciuta alla Francia. Secca la reazione della ministrodegli Affari europei francese, Nathalie Loiseau: “La Francia si guarda bene dal dare lezioni all’Italia. Salvini e Di Maio imparino a fare pulizia in casa loro”.