Il sito europeista di Carlo Calenda ha un piccolo problema di privacy

di David Puente

Carlo Calenda lancia il portale «Siamoeuropei.it» dove è possibile aderire al manifesto europeista, ma manca qualcosa di importante

Carlo Calenda ha lanciato il suo manifesto per la costituzione di un fronte che coinvolga la società civile europeista. Lo fa attraverso un sito internet registrato in forma anonima, anche se riconducibile a lui, ma con un grosso problema.

A quanto pare le adesioni sono state tante e il messaggio si è diffuso sui vari canali social dei vertici del Partito Democratico, ma quanti utenti reali si sono iscritti compilando il form presente nel sito Siamoeuropei.it? Una bella domanda, perché non hanno avuto modo di leggere l'informativa sulla privacy.

Il sito europeista di Carlo Calenda ha un piccolo problema di privacy foto 1

Infatti, cercando di cliccare nel link "trattamento dei dati personali" in fondo al form di adesione, dove vengono richiesti nome, cognome, email e telefono obbligatori, non si apre alcuna pagina, neanche un popup.
 

C'è di peggio. Si potrebbe aderire compilando il form in maniera automatica tramite un'applicazione Facebook dove è possibile leggere finalmente l'informativa sulla Privacy (salvata su Archive).

Il sito europeista di Carlo Calenda ha un piccolo problema di privacy foto 2

Arriviamo al peggio: nell'area nel capitolo Titolare del Trattamento dei Dati  c'è scritto "NOME COGNOME". Esatto, non c'è il nome del titolare del trattamento così come non c'è il suo indirizzo.

Il sito europeista di Carlo Calenda ha un piccolo problema di privacy foto 3

Per essere europeisti bisognerebbe rispettare il regolamento (UE) n. 2016/679 e meglio noto con la sigla GDPR.

Come avvenne per Beppe Grillo e il Movimento 5 Stelle, alla fine chi è il responsabile del trattamento dei dati personali dell'iniziativa lanciata da Calenda?
 

 

Aggiornamento

Andando in profondità, verso la fine della pagina relativa al trattamento dei dati personali troviamo un link che rimanda alla pagina "Privacy Policy semplificata", a sua volta fornita dal servizio a pagamento Iubenda.com dove ancora una volta leggiamo "NOME COGNOME" come titolare del trattamento. Non solo, la Privacy Policy sarebbe quella del dominio Progressistieuropei.it.

Il sito europeista di Carlo Calenda ha un piccolo problema di privacy foto 4

Il dominio Progressistieuropei.it fino a questa sera risultava come non registrato, di conseguenza chiunque poteva acquistarlo in qualunque momento.

Il sito europeista di Carlo Calenda ha un piccolo problema di privacy foto 5

Su Twitter gli utenti citano la società DOL Srl, la stessa presente nel Whois del dominio Siamoeuropei.it alla voce Registrante.

Il sito europeista di Carlo Calenda ha un piccolo problema di privacy foto 6

La società in questione avrebbe vinto nel marzo 2018 la gara per la gestione dei canali social media della Camera dei Deputati. Nel loro sito non sono presenti i link che rimandano al trattamento dei dati personali in entrambi i form (per l'iscrizione alla newsletter e per l'area contatti).

Il sito europeista di Carlo Calenda ha un piccolo problema di privacy foto 7

Non solo. Cercando anche nel codice le parole "privacy" e "dati personali" non trovo alcun riferimento sul sito.

Il sito europeista di Carlo Calenda ha un piccolo problema di privacy foto 8

Visto che il dominio progressistieuropei.it era libero, e per evitare che qualche malintenzionato lo registrasse, l'ho fatto io. Se Carlo Calenda lo desidera basta che mi contatti scrivendo a redazione@open.online.

 

Aggiornamento – 2

Il link al trattamento dei dati personali in fondo al form del sito è stato corretto. Nella pagina relativa alla Privacy Policy è stato aggiunto il titolare del trattamento dei dati personali, rimuovendo i riferimenti a Iubenda e alla "privacy semplificata". Nel frattempo Carlo Calenda ha ringraziato per la segnalazione via Twitter.

 

Aggiornamento – 3

Il sito della società DOL Srl  ha rimosso il form di iscrizione alla newsletter e in quello dei contatti ha inserito la richiesta del consenso al trattamento dei dati personali.