Il sindacato dei giornalisti contro Di Maio e il governo

«Auspica pubblicamente la chiusura di giornali, strumentalizza precari e autonomi, si compiace per l’azzeramento dell’editoria», dice Lorusso parlando del leader grillino

Mentre il Consiglio d'Europa lancia l'allarme sulla libertà di stampa in Italia, a rincarare la dose ci pensa Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi, Federazione nazionale stampa italiana, dal palco del congresso in corso a Levico Terme, in provincia di Trento. Lorusso attacca duramente il vicepremier Luigi Di Maio: «Auspica pubblicamente la chiusura di giornali, strumentalizzaprecari e autonomi, si compiace per l'azzeramento dell'editoria», dice Lorusso parlando del leader grillino.

«Se il ministro del Lavoro vole confrontarsi seriamente saremo interlocutori disponibili. Intanto non ha accettato l'invito a questo Congresso», dice il segretario generale della Fnsi. «Fino a quando l'atteggiamento del governo sarà tale, non potrà che essercila stessareazione di quando siamoscesi in piazza. Lo abbiamo già fatto, del resto, dopo gli insulti dai 5S a colleghi che si sono occupati del caso giudiziario della sindaca Virginia Raggi».

Leggi anche