Gabriele Micalizzi, il fotografo di guerra ferito in Siria, è tornato in Italia

Lo ha annunciato la Farnesina con un tweet. Era rimasto ferito da una granata l’11 febbraio scorso

Poco prima delle 19 è atterrato a Linate l'aereo con a bordo Gabriele Micalizzi, il fotoreporter italiano di guerra ferito in Siria. La Farnesina aveva annunciato il suo ritorno in serata attraverso un tweet. Gabriele Micalizzi era rimasto ferito al volto l'11 febbraio da una granata nella zona di Deir el-Zor, in Siria. Micalizzi è tornato a casa, a bordo di un mezzo dell'aeronautica militare, destinazione: Milano. Dopo l'incidente era stato ricoverato nell'ospedale americano di Baghdad.

Da qui negli ultimi giorni erano arrivate buone notizie sulla sua salute. Si temeva che il fotografo avesse perso la vista all'occhio sinistro. Questo rischio è stato scongiurato ma dovrà comunque subire altri interventi, anche agli arti. Gabriele ha 34 anni e si trovava in Siria per documentare l'offensiva contro lo Stato Islamico guidata dai curdi e sostenuta dagli Stati Uniti.

https://twitter.com/statuses/1097105777003778049

Leggi anche