Il manifesto che usa la festa della donna per fare propaganda anti-aborto

Lo ha pubblicato su Facebook Filippo Savarese, direttore delle Campagne della Fondazione CitizenGO Italia, famosa per i suoi manifesti contro l’aborto

Un feto, con un fiocco rosa in testa, e la scritta: «Dalla parte di tutte le donne. Non una di meno. 8 marzo». Il manifesto che usa la festa della donna per fare propaganda contro l’aborto è stato pubblicato su Facebook da Filippo Savarese, direttore delle Campagne della Fondazione CitizenGo Italia, un’ associazione che «difende i valori della vita della famiglia e le libertà fondamentali» attraverso petizioni e campagne online.

Non una di meno.Per davvero.#8marzo

Posted by Filippo Savarese on Thursday, March 7, 2019

L’associazione era già finita sui media nei mesi scorsi per un altro manifesto anti-abortista apparso a Roma nella giornata mondiale contro l’omofobia: «L’aborto – c’era scritto – è la prima causa di femminicidio», uno slogan che viene ripetuto anche oggi.

«Quando diciamo #NonUnaDiMeno, noi, lo diciamo sul serio – scrive CitizenGo su Twitter – L’aborto è il mezzo con cui ogni anno si sterminano decine di milioni di donne nel grembo materno solo perché sono donne. Le #femminazi che lo difendono sono masochiste. #8marzo ♀ per davvero».