A Catania spunta una scritta (con errore) inneggiante alla mafia a firma di tre ragazzini

I colpevoli sono stati identificati grazie alle telecamere di sorveglianza. La frase – scritta con bombolette spray da due ragazzine di 13 e 14 anni e da un ragazzo di 15 – è sgrammaticata: «La mafia uccide hai traditori e pentiti»

Succede in provincia di Catania, a San Pietro Clarenza. Tre ragazzi, rispettivamente di 13, 14 e 15 anni – e quindi minorenni-, hanno imbrattato con bombolette spray il muro di un edificio comunale chiamato Caseggiato Mannino utilizzato come biblioteca e centro di ritrovo per persone della terza età.

I tre hanno scritto una frase inneggiante alla mafia, con qualche errore grammaticale. Infatti la scritta riporta testualmente: «La mafia uccide hai traditori e pentiti». Vicino la frase è poi rappresentata una rivoltella che spara alcuni colpi.

A Catania spunta una scritta (con errore) inneggiante alla mafia a firma di tre ragazzini foto 1

A seguito dell'accaduto, è stata presentata una denuncia da un assessore del Comune ai carabinieri di Camporotondo Etneo, che ha consentito alle forze dell'ordine, grazie anche all'aiuto di videocamere per la sorveglianza, di individuare subito il trio di streetwriter. Dopo l'identificazione è partita una seconda denuncia alla Procura della Repubblica per i minorenni di Catania.