La violentano e poi le mandano il video: «Usciamo?» Fermati tre giovani a Catania

Il giorno dopo lo stupro, la vittima – una 19enne americana – riceve uno dei video della violenza da uno dei tre aggressori che la invita a uscire di nuovo insieme

Era stata invitata per un cocktail nei locali della movida catanese, ma la serata si è presto trasformata in un incubo. I tre giovani con cui è uscita la ragazza, un'americana di 19 anni, l'hanno chiusa in auto e hanno abusato di lei, filmando intanto coi loro smartphone la violenza sessuale di gruppo. Una testimonianza video che ora fornisce una prova inconfutabile della loro colpevolezza.

Sì perché l'identificazione dei tre giovani da parte dei militari è stata possibile proprio grazie alle immagini girate da uno dei violentatori che, il giorno dopo l'abuso, ha recapitato alla vittima invitandola ancora a uscire insieme.

Anche la ragazza la sera prima, mentre si trovavano ancora dentro un locale a bere, ha girato un video che si è poi rivelato utile nell'individuazione dei tre.

«La risposta del governo sui fatti di violenza e la prevenzione necessaria è abbastanza netta e non era mai stata data prima – ha detto il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ai microfoni di Radio Capital -. Abbiamo trovato un'importante interlocuzione anche con le forze di opposizione, così come sta avvenendo sul codice rosso, il pacchetto antiviolenza a tutela delle donne».