Jim Carrey disegna Mussolini e Petacci a Piazzale Loreto. La nipote del duce: «Bastardo»

Commentando una delle opere che diffonde via Twitter, l’attore americano ha scritto: «Se volete sapere dove conduce il fascismo dovete chiedere a Mussolini e alla sua amante Claretta». La replica della parlamentare europea

Jim Carrey, il popolare attore americano interprete, fra l’altro, della saga di Ace Ventura e degli acclamati The Truman Show ed Eternal Sunshine of the Spotless Mind (tradotto in Italia con l’improbabile Se mi lasci ti cancello) da qualche tempo delizia i suoi follower su Twitter con disegni e vignette satiriche realizzate a mano libera e poi ritoccate digitalmente, in cui si prende gioco della politica americana. Il suo bersaglio preferito, naturalmente, è Donald Trump.

Nella sua ultima opera però Carrey si scaglia contro un obiettivo lontano dalla polemica statunitense: Benito Mussolini. Il disegno dell’attore riproduce la celebre foto in cui sono ritratti i cadaveri di Benito Mussolini e Claretta Petacci, e di altri gerarchi della Repubblica di Salò, “appesi” alla pensilina di un benzinaio in Piazzale Loreto a Milano il 29 aprile del 1945.

Carrey commenta l’opera con la frase:«If you’re wondering what fascism leads to, just ask Benito Mussolini and his mistress Claretta», ovvero «Se volete sapere dove conduce il fascismo dovete chiedere a Mussolini e alla sua amante Claretta».

Al tweet del protagonista di Man on the Moon arriva però la risposta che non ti aspetti, quella della nipote del dittatore Alessandra Mussolini, che liquida la vignetta, e Carrey, con un secco «You are a bastard», «Sei un bastardo».

Numerosissimi gli utenti che hanno voluto a loro volta commentare il tweet di Alessandra Mussolini.

C’è chi invece dubita che Carrey sappia che si tratti proprio della nipote del duce: