La foto usata da Matteo Salvini per i 20 migranti recuperati dai libici è del 2018

Matteo Salvini, nel comunicare il recupero dei 20 migranti da parte della Guardia Costiera libica dopo circa 15 ore alla deriva, utilizza una foto con i passeggeri festosi, ma la foto è del 2018 e riguarda un altro recupero

Il 10 aprile 2019 il Ministro dell'Interno pubblica una foto con la quale comunica il recupero di 20 migranti da parte della Guardia Costiera libica, ma questa risale al mese di agosto 2018 e riguarda un recupero effettuato dalla nave Aquarius.

La foto usata da Matteo Salvini per i 20 migranti recuperati dai libici è del 2018 foto 1

Ciò che viene contestato al Ministro dell'Interno è l'uso di una foto impropria per il caso, visto che i migranti sembrano in festa mentre si apprende che gli stessi avevano il timore di tornare in Libia.

I fatti del 10 aprile 2019

Tutto ha inizio il 10 aprile 2019 intorno alle ore 6 quando Alarm Phone riceve una richiesta di soccorso da parte di un'imbarcazione con a bordo circa 20 persone, riferendo che altre 8 sono disperse in mare. Riportando la loro posizione, alla deriva tra il confine libico-tunisino, le autorità di Tunisi, Valletta e Roma erano state informate dell'accaduto mentre non era possibile comunicare con Tripoli a causa dei loro problemi interni. 

https://twitter.com/statuses/1115918717676924929

Intorno alle ore 13 l'account Twitter di Sea-Watch International pubblica una foto scattata da Moonbird, l'aereo che supporta i soccorsi nel Mediterraneo, dove viene mostrata l'imbarcazione con le persone a bordo:

La foto usata da Matteo Salvini per i 20 migranti recuperati dai libici è del 2018 foto 2

 Credit foto: @seawatch_intl

Alle ore 15:19 un'imbarcazione civile, individuata da Moonbird, poteva raggiungere il luogo dove erano situati i migranti per trarli in salvo, ma non è stato fatto alcunché. Secondo Sea-Watch International si tratta di un caso si mancato soccorso.

La foto usata da Matteo Salvini per i 20 migranti recuperati dai libici è del 2018 foto 3

L'imbarcazione civile individuata da Moonbird che poteva soccorrere i migranti.

Alle ore 17:05 ancora nulla di fatto, i migranti proseguivano alla deriva e le richieste di soccorso venivano rimbalzate dalle diverse autorità. Bisognerà attendere le 20:50 per venire a conoscenza che il comando MRCC di Roma ha informato Alarm Phone del recupero da parte della Guardia Costiera libica. Ci sono volute circa 15 ore per soccorrere l'imbarcazione con a bordo circa 20 migranti che giungeranno ad un porto non sicuro.

La telefonata

Secondo un utente la telefonata diffusa da Alarm Phone sarebbe un falso: «Tutto silenzioso intorno, in una barca che affonda ci dovrebbero essere le urla degli altri passeggeri, lo scroscio delle onde, invece nessun rumore di fondo. Inoltre, la persona al telefono sembra che legga un comunicato scritto, peraltro anche sbagliando le parole».

La foto usata da Matteo Salvini per i 20 migranti recuperati dai libici è del 2018 foto 4

Non siamo in grado ne di confermare o di smentire ciò che afferma l'utente, Quello che è possibile confermare è che l'imbarcazione si trovava realmente nel punto segnalato e che, secondo quanto appreso dalla MRCC di Roma, è stata recuperata dai libici.

 

Conclusioni

Attraverso l'account Twitter di Matteo Salvini è stata diffusa una foto scorretta in quanto non riguarda il caso specifico, sia dal punto di vista temporale che per quanto riguarda l'atteggiamento posto dai migranti a bordo rispetto alle richieste di non tornare in Libia che, ricordiamo, non è considerato un porto sicuro.

Alan Kurdi, evacuata per ragioni mediche un'altra donna incinta. La nave resta al largo di Malta