Più il ponte di Greta: solo in 5mila in piazza a Roma per il #FridaysForFuture

di OPEN

Piazza del Popolo non è molto partecipata ma i ragazzi presenti – circa 5mila per il momento – arrivano da tutta Italia

È cominciata dopo le 12 la manifestazione Fridays For Future in piazza del Popolo a Roma. L'intervento di Greta Thunberg, arrivata a Roma mercoledì, è atteso sul palco intorno alle 13. La piazza non è molto partecipata ma i ragazzi presenti – circa 5mila per il momento – arrivano da tutta Italia: Puglia, Friuli, Marche.

«Abbiamo tempo fino al 2030», ricordano i primi interventi dal palco. «E ieri in Senato, quei politici ipocriti che ascoltavano Greta? Noi non ci stiamo. Proprio loro che in tutto questo tempo avrebbero avuto il potere di fare qualcosa e invece non hanno mosso un dito».

Tra le poche migliaia di partecipanti, c'è attesa per l'intervento della 16enne attivista svedese: «È tanto tempo che aspetto questo momento, non vedo l'ora di vederla finalmente», dice una ragazza. È venuta qui da Urbino. «Chiediamo lo stato di emergenza climatica permanente», dicono dal palco. «E chiediamo allo Stato italiano di rispettare gli accordi di Parigi e di dare una svolta a questo sistema capitalistico».

L'iniziativa è autofinanziata e il palco viene alimentato da alcune biciclette in moto. «Tocca a noi giovani. È bello che ci siano anche tanti adulti, ma siamo noi il futuro», dice Chiara. «Quello a cui ha dato il via Greta a livello internazionale sembrava impossibile fino a ieri. Anche quello che abbiamo realizzato in Italia. Noi vogliamo l'impossibile e lo avremo», dice Marilisa dal palco.