«I leghisti vogliono le dimissioni di Salvini»: il lapsus di Di Maio – Video

Ospite di Rtl, Di Maio stava parlando di Siri, il sottosegretario indagato per corruzione. Ma ha sbagliato nome

«Credo che anche Salvini farà la scelta giusta, anche perché ci sono ormaiparlamentari della Lega che mi dicono che Salvini dovrebbedimettersi». Lapsus o desiderio inconfessabile? Ai microfoni di Rtl, il vicepremier Luigi Di Maio ha confuso il nome di Armando Siri, il sottosegretario leghista indagato per corruzione, con quello dell'amico-nemico di Governo, Matteo Salvini (nel video, dal minuto 3:15).

I conduttori della trasmissione gli hanno fatto notare l'errore («Lapsus freudiano, ministro? Guardi che questa finisce su Blob») e, a quel punto, il vicepremier si è corretto:«Non credo – ha detto- che i parlamentari della Lega possano chiedere una cosa del genere su Salvini»,confermando però le voci su Siri, sul quale Lega e Cinque Stelle hanno avviato ormai da settimane un estenuante braccio di ferro.

Il Movimento chiede le dimissioni, perché un'inchiesta per corruzione in cui potrebbero esserecoinvolti personaggi "in odore di mafia"– dicono – non può passare inosservata. La Lega però tiene duro e ribadisce la sua fiducia nei confronti del consigliere economico di Salvini.