Europee in Lituania, Gitanas Nauseda Presidente

In testa il partito conservatore Unione per la Patria (TS/LKD) e l’Unione dei Verdi e Contadini lituani (LVZS)

Ore 7:00 – Tre seggi vanno al partito della Democrazia Cristiana, che ne guadagna uno rispetto al 2014. Rimangono stabili a due seggi i socialdemocratici. L’Unione dei Contadini e i Verdi lituani, il partito populista di centro-destra, passa da uno a due seggi. Rimane fuori invece il nazionalista Ordine e Giustizia: perde i due seggi che si era aggiudicato nel 2014.

Ore 00:47 – Al primo posto, al 18,1% troviamo l’Unione della Patria – Democratici Cristiani di Lituania. Seguono i socialdemocratici al 16%, poi l’Unione dei Contadini e i Verdi lituani, il partito populista di governo, al 13%.

Ore 00:13 – La più popolosa delle repubbliche baltiche ha diritto a 11 seggi a Bruxelles. Se li giocano il partito conservatore Unione per la Patria (TS/LKD), attualmente all’opposizione, e il partito populista membro della coalizione di governo, l’Unione dei Verdi e Contadini lituani (LVZS), partiti in testa in queste elezioni europee.

Oggi, oltre alle elezioni europee, in Lituania si è tenuto anche il secondo turno delle presidenziali. Gitanas Nauseda, un economista che si è presentato da indipendente ha vinto al ballottaggio contro Ingrida Simonyte, ex ministra delle finanze e eurodeputata nominata dal partito conservatore Unione per la Patria.

Da sapere: