Insulti ai rom, denunciata per diffamazione assessora leghista di Ivrea

Giorgia Povolo aveva definito i rom «Zingari di m**da, zecche e parassiti capaci di spolpare tutto»

«Zingari di m**da, zecche e parassiti capaci di spolpare tutto». Così Giorgia Povolo, assessora leghista alle Politiche sociali di Ivrea, ha definito i rom sulla sua bacheca Facebook. Il post risale a prima delle elezioni del 24 giugno 2018 ed è costato a Povolo una denuncia ad opera di un’associazione di Roma a difesa dei rom.

L’assessora, oltre ad affermare che i rom dovrebbero essere usati come esche per i piranha, si era rivolta in modo offensivo anche nei confronti di Laura Boldrini. Prima di essere indagata per diffamazione, anche gli esponenti di opposizione del Pd in consiglio comunale avevano presentato una mozione contro Povolo, affermando che «anche se l’assessora non aveva ancora un ruolo pubblico in quel periodo, quello che traspare è il suo pensiero e chiediamo al sindaco di prendere una posizione». Il sindaco Stefano Sertoli aveva però preso le sue difese.

L’assessora si è difesa affermando che si trattava di uno sfogo tra amici dopo il furto della sua auto. «Sono parole scritte in un momento di grande rabbia e panico, a seguito di un brutto furto, quando non ero assessore ma una privata cittadina», aveva dichiarato Povolo in un comunicato.

Anche la Lega si era schierata dalla sua parte sostenendo: «Si tratta di un attacco politico nei confronti di un membro della maggioranza che sta dimostrando efficienza e meticolosità nell’affrontare al meglio tutte le problematiche».

Leggi anche: