Guida all’Europeo under 21, dopo 15 anni l’Italia prova a conquistare il sesto titolo

Chi partecipa, chi sono i favoriti, dove e quando si terranno le partite: tutto quello che c’è da sapere sugli Europei under 21

Comincia oggi 16 giugno il Campionato europeo di calcio under 21: si tiene in Italia e a San Marino dal 16 al 30 giugno e tocca sei città. Da Bologna a Trieste, da Udine a Cesena, da Reggio Emilia a Serravalle (San Marino). La finale, invece, si disputerà a Udine.

Perché gli Europei under 21 sono importanti

Un appuntamento importante che determinerà le quattro squadre europee che si qualificheranno al torneo olimpico di calcio maschile in occasione dei Giochi olimpici estivi di Tokyo 2020.

Chi partecipa e chi è favorito

Le 12 squadre che parteciperanno agli Europei di calcio under 21 gareggeranno in tre gironi da quattro squadre: si qualificheranno alle semifinali le prime squadre di ogni girone e la migliore seconda.

I gironi A, B e C

Nel girone A troviamo Italia, Spagna, Polonia e Belgio che gareggeranno il 16 (alle 18.30 e alle 21), il 19 (alle 18.30 e alle 21) e il 22 giugno (alle 21). Nel girone B, invece, spazio a Germania, Danimarca, Serbia e Austria che si sfideranno il 17, 20 e 23 giugno; nel girone C, invece, scenderanno in campo Inghilterra, Francia, Romania e Croazia nelle giornate del 18, 21 e 24 giugno.

Semifinali e finale

Il 27 giugno semifinali a Bologna  (ore 18 – Stadio Renato Dall’Ara) e Reggio nell’Emilia (ore 21 – Mapei Stadium). La finale, invece, si disputerà a Udine il 30 giugno alle ore 20.45 presso lo stadio Friuli.

Le squadre favorite

Le squadre favorite sono la Spagna, che è arrivata in finale in tre delle ultime quattro edizioni, la Francia e l’Inghilterra. La Germania, campione in carica, appare quest’anno un gradino sotto. Anche l’Italia, che gioca in casa, potrebbe ottenere un buon risultato ma, in questi casi, meglio essere scaramantici.

Italia: gruppo e formazione

L’Italia non vince un Europeo under 21 dal 2004 e quest’anno dovrà affrontare, in un girone non proprio semplicissimo, Belgio, Polonia e Spagna. Si comincia stasera. In panchina c’è Luigi Di Biagio, il ct accompagnato da 23 calciatori.

Gli osservati speciali dell’Italia

Lorenzo Pellegrini, centrocampista della Roma, della nazionale italiana e della nazionale under 21. Ha una buona visione di gioco e il tiro dalla distanza; il 6 settembre 2016 ha realizzato il suo primo gol con l’under 21 nella partita di qualificazione all’Europeo 2017, vinta 3-0 contro Andorra.

Patrick Cutrone, attaccante del Milan, invece, è considerato il marcatore più prolifico nella storia del Milan in Uefa Europa League (grazie alle sue 10 reti). Un attaccante promettente che si ispira a Inzaghi.

Federico Chiesa, attaccante della Fiorentina, gioca come ala sinistra, ha un ottimo scatto e buone capacità in fase di copertura difensiva. È senza dubbio uno dei profili migliori della nazionale under 21.

Nicolò Zaniolo, centrocampista della Roma, trequartista e mezz’ala sinistra, è stato acquistato per 2 milioni di euro dall’Inter salvo poi passare nel 2018 con la Roma insieme a Davide Santon. Abile trequartista, è ottimo negli inserimenti.

Moise Kean, attaccante della Juve, in possesso del doppio passaporto ivoriano e italiano, ha optato per la nostra nazionale e ha esordito nell’under-19 appena due anni fa (per un periodo è stato allontanato dal ritiro azzurro a causa di intemperanze disciplinari). Nel 2018 è arrivato in nazionale A – la selezione maggiore maschile di calcio della Federazione italiana giuoco calcio – subentrando a Berardi e divenendo il primo nato negli anni 2000 a vestire la maglia azzurra.

Nicolò Barella, infine, talentuoso centrocampista del Cagliari, è stato impiegato come trequartista, mediano e mezzala. Ha un buon tiro dalla distanza e sa essere dinamico sul campo.

Gli osservati speciali delle altre nazionali

Jovic, calciatore serbo, attaccante dell’Eintracht Francoforte, della nazionale serba e della nazionale under 21 serba, dal 1° luglio 2019 sarà giocatore del Real Madrid. Per l’autorevole quotidiano The Guardian è uno dei migliori 40 giocatori nati nel 1997 (secondo una classifica pubblicata nel 2014). 

Ma ci sono anche Nubel e Dembélé. Il primo è un calciatore tedesco, portiere dello Schalke, ha 22 anni e in questa stagione ha aiutato la sua squadra a evitare la retrocessione che era dietro l’angolo. Il secondo, invece, è attaccante del Barcellona e della nazionale francese. Già campione del mondo nel 2018, è fortissimo nel dribbling e nella tecnica individuale.

Dove vederlo in tv

Stasera (16 giugno), alle ore 20.35, la diretta televisiva su Rai 1 per la partita Italia – Spagna. Disponibile lo streaming anche su RaiPlay.

La Rai, infatti, detiene i diritti in esclusiva: per la fase finale dell’Europeo under 21 è stato predisposto un palinsesto ad hoc con tutte le partite degli azzurrini trasmesse in diretta su Rai 1 mentre le altre gare andranno in onda, sempre in diretta, su Rai 2 e, in caso di contemporaneità, anche su Raisport+HD.

Leggi anche: