La curiosità. Il Barcellona e la clausola da 100 mln per il figlio del procuratore

I blaugrana portano nella squadra B Mike Van Beijnen, primogenito dell’uomo che ha portato De Jong in Catalogna

Destini incrociati, affari di lavoro. E di famiglia. Succede anche questo, ed è fattore sempre più ricorrente, nel calciomercato 3.0. Quello che va oltre i social e arriva nello stato di famiglia. Sta facendo notizia, ben oltre il dato ufficiale, il terzo acquisto stagionale del Barcellona. Si chiama Mike Van Beijnen, terzino destro classe ’99 liberato a costo zero dalla seconda squadra del Nac Breda.

Twitter / Mike Van Beijnen durante la presentazione ufficiale con la maglia del Barcellona

Clausola da top player, minutaggio da panchina

Operazione di contorno, materiale tecnico per la Masia, ma una clausola rescissoria da 100 milioni di euro. Uno sproposito, a pelle, per il ragazzo, peraltro usato con dosaggio ridottissimo dagli stessi olandesi nell’ultima stagione (9 presenze). La notizia ha fatto ancora più rumore quando è venuto a galla che il ragazzo è il figlio adottivo di Ali Dursun, il procuratore di Frenkie De Jong, il gioiello dell’Olanda per il quale i catalani hanno sborsato 75 milioni di euro all’Ajax.

Mike e Frankie, gli inseparabili

L’episodio è singolare e, a conti fatti, deve essere anche papà Ali a ringraziare il figlio che, compagno di squadra di De Jong nelle giovanili del Willem II, gli ha permesso di conoscere il centrocampista box to box dell’Olanda. Incontri casuali e fortunati. A volte amicizia e legami di famiglia fanno viaggiare in coppia. Tra gli altri, i fratelli Kakà e Donnarumma al Milan, i Kondogbia all’Inter, i Vieri (Bobo e Max) ai tempi della Juve.

Camiseta vecchia e simpatia Real

A margine, ma mica tanto, altre due “anomalie” fatte emergere da Mundo Deportivo. Superate le visite mediche, Mike ha postato per le foto di rito, ma con la divisa dello scorso anno. Motivo? In giro non c’erano le nuove. E ancora, boomerang dei social, dal passato del terzino destro sbucano apprezzamenti per il Real Madrid. Presentarsi così a Barcellona non è il massimo. Farlo con De Jong e 100 milioni di clausola basta e avanza, però, per far passare tutto in secondo e anche terzo piano.

Foto di copertina / Ansa