Milan, Maldini a Ibiza: parte l’affondo per Theo Hernandez

Il direttore tecnico rossonero “beccato” a colazione con il terzino sinistro del Real Madrid. E oggi si attende la risposta per il centrale Kabak

Le temperature invitano a una fuga al mare, la domenica festiva toglie ogni dubbio, ma l’avvistamento di Paolo Maldini a Ibiza non è scoop da vacanze dei vip; trattasi di scoop da mercato perché vidima nome e cognome del profilo del quale i rossoneri hanno parlato giovedì scorso con lo stato maggiore del Real Madrid: l’obiettivo principale è Theo Hernandez, il classe ’97 (nell’ultima stagione parcheggiato in prestito alla Real Sociedad) al quale è stata offerta la colazione, in attesa del contratto.

El Chiringuito de jugones / Theo Hernandez a colloquio con Paolo Maldini a Ibiza

Maldini è stato immortalato dallo spagnolo Chiringuito. Look estivo, ma sotto sempre i panni da dirigente. Dalla bocca del terzino sinistro più forte di tutti i tempi è uscito anche il progetto tecnico esposto a Hernandez, che di Maldini, con tutte le doverose proporzioni del caso, dovrebbe essere l’erede di stagione.

Esubero Real, si cerca lo sconto

Ansa / Theo Hernandez in azione con la maglia del Real Madrid

Intorno a quel “dovrebbe” c’è la necessità di convincere il Real Madrid con una offerta congrua, ma pure la consapevolezza (degli stessi blancos) che i 30 milioni di euro spesi dalla Casa Blanca per prenderlo due anni fa dai cugini dell’Atletico non saranno ammortizzati. Qui il Milan gioca la sua partita. Sfruttando gli esuberi di massa del Real – se ne contano una dozzina – , si lavora a un prestito con diritto di riscatto.

A Madrid faranno inizialmente muro per non presentarsi deboli al tavolo delle trattative, ma la soluzione intermedia del prestito oneroso con obbligo di riscatto a cifre adeguate sarà probabilmente il punto d’accordo tra le parti; anche perché al Milan serve come il pane quotidiano un terzino sinistro alternativo a Rodríguez (Laxalt è in uscita) e il Real Madrid ha in Theo Hernandez la quarta scelta nel ruolo dopo Marcelo, Mendy e Reguilon.

L’eventuale acquisto del terzino potrebbe, inoltre, agevolare le trattative per l’altro elemento del Real che ingolosisce il Milan (e non solo): Dani Ceballos, in questi giorni trascinatore della Spagna all’Europeo di categoria.

Anche lui esubero, ma con la E maiusciola. Zidane non lo vede, i corteggiatori lo sognano. E qui lavorare su prestiti e cifre contenute diventa operazione molto più complessa. Di milioni ne occorrono una cinquantina, senza particolari aperture a formule di pagamento dilazionate et similia.

Attesa per oggi la risposta di Kobak. Mentre Veretout

Ansa / Ozan Kobak in azione con la maglia dello Stoccarda

Nelle prossime ore arriverà, intanto, la risposta di Ozan Kobak, il 19enne difensore centrale dello Stoccarda che il Milan ha individuato per rinforzare il pacchetto arretrato. Incassato il “sì” del giocatore, il Diavolo pagherà la clausola rescissoria da 15 milioni di euro ai tedeschi. Se dovesse essere picche, è già pronta l’alternative Lovren, in uscita dal Liverpool. Sempre in giornata è previsto il confronto a distanza tra Milan e Roma per Veretout; il suo agente vedrà entrambi i club. Sarà battaglia all’ultimo colpo, che a questi livelli si chiama euro.

Foto di copertina / Ansa

Leggi anche: