Guardiola vuole Bonucci, ma lo juventino non è la prima scelta

Il City sempre a caccia del bianconero. Eppure il preferito gioca nel Leicester e può scrivere la storia

Succede ogni estate, ogni estate non si fa e stavolta, però, c’è pure la novità. Pep Guardiola vuole, come sempre, Leonardo Bonucci, del quale apprezza le innate capacità di impostazione da dietro. Eppure Leo, per quanto filtra dall’Inghilterra, non è più il prediletto.

La nuova prima scelta è Harry Maguire, 26 anni, titolare del Leicester e della Nazionale inglese. Ma c’è un “ma” grosso così, sono soldi. Troppi, con rischio concreto di fare un altro, salatissimo record mondiale.

Maguire il salato, effetto Van Djik

Ansa / Harry Maguire in azione con la maglia della Nazionale inglese

I conti, per il Manchester City di Pep, sono presto fatti e viene il mal di testa. Il Leicester chiede per il suo centrale 85 milioni di euro. Perché? Perché se deve andare via – questo circola negli ambienti delle Foxes -, Maguire deve diventare il difensore più pagato della storia; anche più di Virgil Van Djik, la colonna olandese su cui il Liverpool ha costruito le sue imprese.

A dare manforte alle richieste del Leicester anche l’asta che si sta scatenando tra i due Manchester, visto che sul 26enne difensore dei Tre Leoni è piombato anche lo United. Due acquirenti dalla clamorosa potenza di fuoco. Con queste cifre e questi competitors, Bonucci, che lascerebbe la Juve solo in caso di doppia, indecente offerta (per lui e per il club), sembra sempre più saldo a Torino.

Foto di copertina / Ansa

Leggi anche: