Inter, la legge di Marotta: «Icardi e Nainggolan fuori dal progetto»

di MIDA

L’ A.d. nerazzurro è drastico: “Mauro si allenerà, poi Conte farà la formazione”

Non usa Instagram o twitter; nemmeno le mezze misure. Beppe Marotta preferisce il filo diretto, e da quello del microfono è cinico, spietato: “Icardi e Nainggolan non rientrano nel progetto Inter”. Nulla che non si sapesse già, ma ora la posizione dei nerazzurri è virgolettata. Dura e chiara: “Abbiamo già parlato con loro – dice l’ad interista a Sky Sport -. Sono ottimi giocatori, ma il talento, da solo, non fa vincere le partite. E’ la squadra che permette di vincere un campionato e raggiungere l’obiettivo che ognuno si è prefisso. Quindi, con tutta la trasparenza e il rispetto che gli è dovuto, non rientrano nei nostri piani”.

Frecciata a Icardi. Sul mercato sì, ma…

Beppe Marotta va, poi, dritto al cuore della questione Icardi. Regole chiare, in vendita sì, ma il contratto c’è e va rispettato: “Una cosa è dire che il giocatore è sul mercato, e questo lo abbiamo detto – continua Marotta -, un’altra è rispettare gli accordi contrattuali; un accordo che prevede come il calciatore debba prendere parte agli allenamenti e, quindi, debba essere allenato. Noi non vogliamo venir meno ai nostri doveri, ma ci sono anche i diritti, come quello dell’allenatore di scegliere la formazione che vuole mettere in campo”.

Ansa / Mauro Icardi

Messaggio chiaro: Icardi parte se arriva l’offerta adeguata. Nel frattempo va in ritiro con l’Inter a Lugano, poi la formazione la fa Antonio Conte. E per Icardi non sembra esserci spazio. E’ la legge di Beppe Marotta. L’ad che non usa i social e neanche le mezze misure.

Foto di copertina /Ansa

Leggi anche: