Inter, Icardi torna a Milano. E non partirà per la Cina. Lukaku: ‘Settimana prossima saprete’

Il comunicato del club: decisione presa di comune accordo. Ma nell’aria si respira tensione

Poche righe di comunicato per sancire una distanza definitiva e un punto di non ritorno. Mauro Icardi, al quale era già stato ampiamente riferito di non rientrare nel progetto tecnico di Antonio Conte, ha fatto oggi ritorno a Milano dal ritiro nerazzurro di Lugano e non partirà con il resto della squadra per la tournèe in Asia.

Ufficialmente per proseguire il suo percorso di ricondizionamento atletico e riprendere la forma dopo l’ultimo infortunio, ma il mercato sembra metterci lo zampino. Anche due, volendo. E la carne a cuocere aumenta, anche se l’Inter, a mezzo comunicato stampa, sottolinea come la decisione sia stata presa di comune accordo.

Fin qui il comunicato, ma la sensazione è che lo iato, anche comunicativo, tra le parti sia piuttosto ampio. Il preludio a una cessione che al momento non ha acquirente, ma un interessato su tutti: la Juve, ma a condizioni per l’Inter inaccettabili (40 mln di euro a fronte di una clausola rescissoria da 110 milioni che scade tra qualche ora).

Icardi, che già in mattinata si era allenato a parte, continuerà a sudare in completa solitudine alla Pinetina. Domenica non sarà neanche spettatore alla “prima” dei suoi compagni, dei quali è stato a lungo capitano, contro il Lugano.

E la prossima settimana, quando l’Inter partirà per la Cina per affrontare Manchester United e Juventus, sull’aereo bardato di nerazzurro non ci sarà posto per lui. Aspettando le evoluzioni di mercato, Maurito, l’Inter e la Cina non sono mai stati così lontani.

Più vicino è, invece, Romelu Lukaku, che oggi non ha preso parte alla prima amichevole di preseason dello United in Australia. Il belga, tenuto precauzionamente a riposo, ha parlato brevemente del suo futuro. Poche parole, ma indicative: ‘Il mio futuro? Saprete tutto la prossima settimana’. L’Inter e il mondo nerazzurro recepiscono l’ennesimo cenno dell’attaccante. Bravissimo a fare gol ma anche a dare assist di mercato.

Molto meno aperto alla cessione del giocatore è, invece, l’allenatore del Manchester, Solskjaer: ‘Non sono arrivate per Lukaku offerte che stiamo prendendo in considerazione’, ha detto il tecnico dei Red Devils, confermando che il belga potrebbe prendere parte alla prossima amichevole dello United.

Dichiarazioni incrociate, strategie. Ognuno fa il suo gioco e Big Rom vuole giocare nell’Inter.

Foto di copertina / Ansa

Leggi anche: