Da Icardi a Pogba, il club degli scontenti vale 400 milioni di euro. E Ancelotti parla di Maurito…

di MIDA

Lista uscite forzate in crescita. Ci sono anche Dzeko e Bale. L’allenatore azzurro: «Già accostare Mauro al Napoli è importante»

La sinassi del mercato è nota. Una trama consueta: ogni estate qualcuno avverte il famoso mal di pancia, e più che prendere aria, vorrebbe cambiarla. La lista aggiornata è da mal di testa, vero; si farebbe notte, e non si sa di quale mese.

A titolo esemplificativo, e senza vincere facile inserendo i 230 milioni di Neymar, ecco i quattro cavalieri dell’insofferenza. Quelli che su internet e sui social viaggiano tra le definizioni di scontenti, incontentabili, pesi, giusto per parafrasare senza scadere nel volgare. Pogba (170) + Icardi (clausola 110) + Dzeko (20) + Bale (80), la somma dice circa 400 milioni di euro di infelicità.

Ancelotti strizza l’occhio

Icardi, corteggiato da Juventus e Napoli, con i bianconeri sempre silenziosamente in pole, si allena regolarmente agli ordini di Conte. Ma il suo destino extra formazione titolare ha già lo stampo dell’archiviazione.

E da Dimaro, sede del ritiro del Napoli, Carlo Ancelotti prova a guidare la remuntada di Adl per portare Mauro in Campania: «Icardi è un ottimo giocatore, apprezzato da tutti, non solo da noi. E’ già importante l’accostamento, ma tutti sono ottimi giocatori quelli che ci avete accostato.  Lozano, Rodrigo, non avete fatto quello di Ronaldo perchè non è sul mercato».

Pogba, Dzeko e la foto mancata

Tra i più nervosi c’è Paul Pogba, che oggi ha cominciato il suo ritiro precampionato con lo United. Vuole restare per poco in maglia rossa il francese che, inseguito da Juve e Real Madrid, per ora semina i tifosi dei Red Devils. Foto? Anche no. Il segnale è inequivocabile.

A proposito di Real, i guai il Madrid li ha pure in casa. Un giocatore è stato contestato a Valdebebas, uno. Ma si chiama Gareth Bale, non è uno qualunque e, soprattutto, non vuole andarsene, in piena antitesi con la posizione del club.

Dulcis (mica tanto) in fundo, Edin Dzeko. Anche lui muso lungo e, in attesa dell’Inter, visite mediche forzate con la Roma. Un tifoso gli chiede se resterà in giallorosso. Lui tira dritto e niente foto. Oggi per gli amanti dei ricordi non era giornata.

Foto di copertina / Ansa

Leggi anche: