Giappone, strage negli studi della casa d’animazione Kyoto Animation: 34 morti

Si tratta della peggiore strage degli ultimi 20 anni nel Sol Levante

Nella mattinata di giovedì 18 luglio un uomo ha fatto irruzione e appiccato il fuoco nello studio di animazione Kyoto Animation, in Giappone. Le fiamme hanno travolto l’intero edificio di tre piani, e sono state domate dopo oltre 5 ore di intervento dei vigili del fuoco. Il bilancio è drammatico: il rogo ha causato 34 morti e 36 feriti.

Diciannove delle trentaquattro vittime sono morte a causa di un’intossicazione da monossido di carbonio, mentre cercavano di raggiungere il tetto dell’edificio per sfuggire alle fiamme, rimandando bloccate tra il terzo piano e il tetto, senza riuscire ad aprire le porte. La polizia ha reso noto che 11 altre vittime sono state trovate al secondo piano, due al primo piano e una sulle scale tra il secondo e il terzo piano. 

La polizia ha inoltre individuato il responsabile dell’attacco. Si tratta di Shinji Aoba, 41 anni, già noto alle forze dell’odineper piccoli precedenti penali. L’uomo, interrogato preliminarmente dagli inquirenti, avrebbe confermato che avrebbe appiccato l’incendio per vendicarsi con la casa d’animazione, sostenendo che la Kyoto Animation abbia plagiato alcune sue opere.

Al momento l’uomo si trova ancora in ospedale a causa delle ustioni riportate sul corpo, ma verrà ascoltato dagli inquirenti una volta che le sue condizioni mediche saranno migliorate. Secondo le prime testimonianze Aoba non aveva avuto rapporti con la casa d’animazione. Tuttavia, il presidente della ‘KyoAni‘, Hideaki Hatta, ha dichiarato che i dipendenti della casa d’animazione avevano recentemente ricevuto diverse minacce anonime.

Le parole del fondatore della KyoAni

Il fondatore e presidente della casa d’animazione Hideaki Hatta a stento ha trovato le parole per commentare l’accaduto e la perdita dei propri colleghi. «L’ammontare dei danni materiali? Estremo. Non ho nemmeno tutti i dettagli – ha commentato Hatta – Sono col cuore spezzato, non ce la faccio, neanche nei miei incubi avrei mai e poi mai immaginato che un tale disastro potesse accadere. Questo è un colpo durissimo per la nostra compagnia e per l’industria dell’animazione. Ognuno di loro era un eccellente e meraviglioso collega».

Le parole del premier Shinzo Abe

Il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha definito la strage «Troppo sconvolgente per trovare parole» e ha poi espresso le proprie condoglianze a tutti i feriti, augurando loro pronta guarigione. Quanto accaduto a Kyoto rappresenta la peggiore strage degli ultimi vent’anni in Giappone. 

Il racconto dei testimoni

«C’è stata un’esplosione – ha detto una donna alla TBS Tv – poi ho sentito delle persone gridare e chiedere aiuto». Secondo Kyoto News, gli abitanti del quartiere hanno detto di aver sentito degli scoppi provenire dall’edificio e poi di aver visto delle persone uscire dall’edificio sanguinanti e a piedi nudi. La Kyoto Animation è uno studio di animazione fondato nel 1981 ed è noto al pubblico mondiale per aver creato e prodotto innumerevoli serie animate di successo, come Lucky Star, K-On! e Haruhi Suzumiya.

Leggi anche