Salvini e il tweet cancellato: troppo rischioso litigare con Topolino

Un tweet con le stesse parole pronunciate in diretta TV, ma dopo la risposta disneyana era meglio non proseguire

Non capita spesso che dagli account social di Matteo Salvini venga rimosso un post o un tweet, qualunque esso sia nonostante riporti una verità, una menzogna o un attacco verso qualcuno accendendo gli animi dei suoi sostenitori. Ecco il tweet del 18 luglio 2019 sera:

Il tweet recuperato dalla cache di Google, dunque con un fuso orario diverso da quello italiano.

Il tweet era stato pubblicato proprio durante il suo intervento in televisione a Fuori dal coro, il programma di Rete4 di Mario Giordano. Ecco lo scambio tra i due intorno al minuto 13:00 del video pubblicato su Youtube:

Mario Giordano: «Oggi sono uscite delle nuove notizie, una nuova trance dell’inchiesta de L’Espresso che si dice che le trattative sarebbero andate avanti, l’ha vista?»

Matteo Salvini: «No, preferisco Topolino a L’Espresso onestamente.»

Non possiamo parlare affatto di un contenuto violento o che violerebbe le regole delle piattaforme, dunque la scelta della cancellazione è stata fatta proprio in casa da parte del suo staff o di Matteo Salvini in persona. Non è stato immediato e molto probabilmente è avvenuto a seguito della risposta pacata e ponderata di Roberto Gagnor (@RGagnor), sceneggiatore Disney che scrive fumetti per Topolino dal 2003: «Allora ci legga. Nelle nostre storie troverà cose interessanti: fantasia, cultura, tolleranza, apertura verso gli altri, coerenza, universalità».

Il tweet di Roberto Gagnor, ma manca quello a cui risponde.

Trovandosi di fronte a un interlocutore come Roberto Gagnor e dunque di fronte a chi conosce meglio di loro il mondo di Topolino, forse lo staff o lo stesso Matteo Salvini hanno compreso che controbattere una realtà non divisiva ed educativa come quella poteva essere un errore. Questa volta nessun «mi odiano» e nessun «vi mando un bacione», solo un «elimina tweet».

La confusione con gli account «parodia»

Le segnalazioni di presunti tweet del ministro dell’Interno Matteo Salvini sono all’ordine del giorno, così come le persone che cadono nel tranello condividendo, indignandosi e facendo pessime figure perché sono cascati nell’ennesimo account «parodia». Solitamente basterebbe controllare la presenza della spunta blu accanto al nome che autentica quello ufficiale, ma ogni tanto Twitter fa brutti scherzi e giustamente qualcuno aveva posto il quesito:

La richiesta di verifica dell’utente Giovanni

L’utente Giovanni (@pensieridacesso) domanda come mai nello screenshot pubblicato non sia presente accanto al nome di Matteo Salvini la spunta blu e se, di conseguenza, si tratta di un fotomontaggio.

Come si verifica l’esistenza del tweet rimosso

Dipende da diversi fattori e da quante tracce si trovano online. Questa volta bisognava prima controllare se davvero l’account Twitter ufficiale di Matteo Salvini (@matteosalvinimi) ha pubblicato un tweet con scritto «Salvini: Preferisco Topolino all’espresso…… #Fuoridalcoro @fuoridalcorotv», ma la ricerca da un nulla di fatto: non si trova il tweet. Poteva essere un tweet di uno dei tanti account «parodia», magari uno di quelli che sfrutta le maiuscole per creare un nickname del tipo @matteosaIvinimi sostituendo la lettera «L» minuscola con la lettera «i» maiuscola, account che attualmente risulta sospeso. Attualmente resiste l’account «parodia» @salvinimi di cui l’unico tweet dove viene citato Topolino è del 2018:

L’account fake-parodia di Matteo Salvini

Non trovando da nessuna parte il tweet possiamo pensare che si tratti di un fotomontaggio? Non ancora perché abbiamo un’altra pista, il tweet di Roberto Gagnor (@RGagnor) con il quale risponde effettivamente all’account del ministro dell’Interno @matteosalvinimi.

Come mai non si vede il tweet del ministro? Twitter ultimamente ha un problema e cioè che capita spesso la mancata visualizzazione del tweet al quale si sta rispondendo, facendo credere di conseguenza che sia stato cancellato. Per ulteriore conferma si può leggere da Twitter l’ID del tweet di Roberto (1152100941769912327) con il quale è possibile ottenere quello al quale risponde:

Twitter ci informa che Roberto Gagnor rispondeva al tweet di Salvini con ID 1151955754741587978

A questo punto troviamo l’ID del tweet di Matteo Salvini che risulta essere 1151955754741587978 e possiamo finalmente cercare attraverso il giusto URL se esiste qualche forma di salvataggio online, come nella cache di Google:

Il tweet di Salvini era stato salvato nella cache di Google e da me su Archive.is

Abbiamo quindi un URL corretto del tweet che, andando a cercarlo, risulta effettivamente rimosso. Un fatto assai curioso di fronte a numerosi tweet pubblicati nell’account ufficiale che non risultano così «leggeri» quanto questo.

Leggi anche