Lega, minacce a Rosanna Conte: l’eurodeputata riceve una foto con proiettile

Nel plico, anche varie minacce per le sue denunce di possibili infiltrazioni mafiose nel tessuto economico di Caorle

La deputata della Lega a Strasburgo si è vista recapitare in un plico la foto di un proiettile in una mano assieme a varie minacce per le sue denunce di possibili infiltrazioni mafiose nel tessuto economico di Caorle.

«Rosanna vai avanti e non mollare – ha dichiarato il governatore del Veneto Luca Zaia – siamo tutti con te». La parlamentare, consigliere di minoranza nella località balneare veneziana, ha reso pubbliche le minacce durante il Consiglio comunale.

Del fatto, di cui si stanno occupando i carabinieri, è stata informata la procura lagunare. Attestazioni di solidarietà sono giunte all’eurodeputata Conte da più parti.

La mia totale vicinanza e solidarietà a Rosanna. Le intimidazioni e le minacce non ci fermano!

Posted by Lorenzo Fontana on Tuesday, July 30, 2019

«La mia totale vicinanza e solidarietà a Rosanna. Le intimidazioni e le minacce non ci fermano»: così su Facebook il ministro per gli Affari europei, Lorenzo Fontana, commissario della Liga veneta, commenta le minacce ricevute dall’europarlamentare leghista di Caorle, dopo una sua interrogazione presentata in qualità di consigliere comunale su presunte infiltrazioni della mafia nel territorio.

Sulla vicenda sono intervenuti anche i parlamentari veneti della Lega: «Confidiamo in una rapida individuazione dei responsabili affinché vengano consegnati alla giustizia. Nel frattempo – continuano – porteremo questa vicenda all’attenzione del Parlamento e, in particolare, della commissione Antimafia, che ha provveduto di recente a effettuare una missione nel nostro territorio assieme al prefetto di Venezia».

Leggi anche: