Milan, sotto con Correa. E quello strano destino di Djalo e Leao…

Compagni dai tempi dello Sporting, si incrociano a Milano. Il difensore parte per agevolare l’acquisto dell’attaccante

È durato circa due ore a casa Milan il vertice tra la dirigenza rossonera e l’entourage di Angel Correa. L’attaccante dell’Atletico Madrid ha detto sì al Milan, dando la disponibilità a firmare un contratto di 5 anni a circa 3 milioni di euro a stagione.

Il Diavolo dovrà ora ribussare alla porta dell’Atletico per modificare l’offerta di acquisto iniziale (40 + 10 di bonus) e avvicinarsi ai 55 milioni richiesti dai Colchoneros.

Amici a distanza

Un anno di differenza, una amicizia consolidata; ma a distanza. E così il destino tira un simpatico scherzo a Rafael Leao (2000), da qualche ora ufficialmente un giocatore del Milan, e l’amico Tiago Djalo, più giovane di un anno, difensore rossonero trasferito al Lille nell’ambito dell’operazione (da totali 35 milioni di euro) che ha portato l’attaccante portoghese a Milanello.

Leao, che guadagnerà 2 milioni di euro a stagione a salire per 5 anni, è già ripartito per il Portogallo; prima, però, foto di rito con l’amico Tiago che, compagno di squadra nelle giovanili dello Sporting Lisbona, gli ha riservato un saluto particolare.

Solo qualche ora prima il difensore aveva postato un’altra foto, a tre questa volta. Il terzo componente? Il difensore Demiral della Juve, e che il Milan ha inseguito invano fino a qualche giorno fa prima di virare su Duarte. Il brasiliano ha svolto oggi il suo primo allenamento con i nuovi compagni.

Foto di copertina Leao / Twitter Ac Milan

Leggi anche: