Milan, Demiral costa troppo. Suso in stand-by: le contropartite non convincono

immagine non trovata :(

Sul difensore della Juventus anche Manchester Utd e Atletico Madrid. Per lo spagnolo non c’è accordo

In attesa del week-end, sulla carta di riposo anche se il mercato soffre di insonnia, il Milan, che ha smentito ogni contatto per Modric, continua a guardarsi intorno. Per le entrate e per le uscite.

Demiral della Juve, che per problemi burocratici giocherà solo una partita di Icc per poi tornare a Torino, piace e non poco ma i campioni d’Italia, che si trovano a fronteggiare l’improvviso forfait di Chiellini, sparano alto.

Almeno 35-40 milioni, cifra che in questo momento il Milan non può affrontare, anche perché impegnato prima a reperire forze nuove a centrocampo, il reparto più scoperto. Juve e Milan si stanno parlando, ma la distanza in questo momento appare troppo marcata.

Mentre dall’Inghilterra The Sun riferisce dell’interesse del Manchester United e dell’Atletico Madrid per il difensore della Juve; sono endorsement che non contribuiscono a calmierare le pretese dei bianconeri per la cessione di Demiral. Per il Milan, un problema in più.

Suso, Roma senza fretta

Proseguono anche le visite a casa Milan (attraverso l’agente del calciatore) della Roma per lo spagnolo Suso, gradito ai giallorossi ma senza volontà di svenarsi.

La richiesta è 30 milioni di euro, anche più bassa della clausola rescissoria (38), ma la base cash di 15 milioni più Defrel, o i cartellini di Schick o Pastore, non scalda il Milan, che vorrebbe solo denaro per reinvestire su altri profili. La controrichiesta di informazioni per Zaniolo è l’arma usata dai rossoneri per precisare il concetto all’interlocutore: soldi, altrimenti un giocatore per voi incedibile.

Mentre in attacco Cutrone non sarebbe particolarmente attirato dall’ipotesi Wolverhampton. Va da sé che senza cessioni top in prima linea (con André Silva seguito sempre dal Monaco, che però al momento non affonda) diventa proibitivo immaginare movimenti in entrata che possano portare al Correa della situazione.

Leggi anche: