Milan, Modric manda segnali. Psg morbido su Donnarumma

Altro like del croato. Nessuna trattativa, ma si farà un tentativo. Gigio per ora non si muove

Da chiarire subito. Il mercato non si fa con i social e gli indizi che, però, possono indicare uno stato d’animo. Quello di Luka Modric, Pallone d’Oro in carica, è una emoticon pensierosa. Il suo ciclo al Real Madrid, dopo quattro Champions (tre di fila) vinte da protagonista, è prossimo alla chiusura.

E il croato, non convocato per il match contro il Salisburgo (assieme a Bale, Mariano e James Rodriguez, ufficialmente per un affaticamento muscolare), fa poco sui social per non indicare una alternativa precisa ai due anni (uno scatta in automatico per la vittoria del Pallone d’Oro) che gli restano con i blancos: il Milan.

Margine di fattibilità

Una trattativa vera e propria non è mai partita, Maldini lo ha detto apertamente. Ma dietro ai silenzi della società c’è la volontà di farlo un tentativo, per quanto basse siano le percentuali di andare a dama. Sono due, su tutti, i fattori ostativi, mentre il nodo dell’ingaggio (da 10 milioni di euro netti a stagione) potrebbe essere aggirato spalmando la cifra su tre annualità a 7 milioni all’anno (addirittura meno di quanto guadagnava Higuain in rossonero). Ecco, dunque, i due scogli:

  • Florentino Perez è estimatore massimo di Modric. Non vorrebbe cederlo o, comunque, non gratis. Non siamo ancora alla chiusura netta mostrata lo scorso anno all’Inter, ma solo per parlarne bisogna portare a Madrid almeno 25 milioni di euro;
  • Prima di cedere un bene umano extralusso, il Real deve riempire le caselle a centrocampo. E se per Van de Beek dell’Ajax è solo questione di giorni, il sogno resta Pogba. Se arriva lui, Modric, fa quasi specie scriverlo, è di troppo.
Twitter / C’è anche il like di Luka Modric

Donnarumma saldo in porta

Dalla Francia, intanto, L’Équipe torna ad aprire la porta a un imminente futuro di Gigio Donnarumma al Psg dopo che i francesi hanno ceduto Trapp all’Eintracht Francoforte. Il portiere rossonero è nei pensieri del ds Leonardo ma, al di là dei semplici sondaggi esplorativi, non si registra per ora alcun contatto con Raiola per valutare una eventuale cessione di Donnarumma.

Che, valutato una sessantina di milioni dal Milan, ha fatto chiaramente intendere di non volersi muovere. Il nodo, semmai, è il prolungamento contrattuale del portiere, scadenza 2021. Tra una voce e l’altra, il Milan lavora sul mercato delle uscite: Suso (Lione e Roma), André Silva (il Monaco segue anche Dzeko) e Kessie (che ha mercato in Inghilterra) possono portare il cash da girare all’Atletico Madrid per Correa. Sognando le giocate di Modric, non solo i suoi like.

Foto di copertina Luka Modric / Ansa

Leggi anche: