Arabia Saudita, presto anche le donne potranno viaggiare all’estero (senza un uomo che le accompagni)

Arriva qualche piccola apertura ai diritti per le donne, mentre continua la repressione contro il dissenso di varie attiviste

Fino allo scorso anno le donne in Arabia Saudita non potevano neppure mettersi al volante di un’auto. Adesso, secondo un giornale locale, potrebbero anche viaggiare fuori dal Paese senza l’autorizzazione di un tutore o guardiano uomo. Finora erano esentate dall’obbligo solo le donne con più di 45 anni d’età.

Come riportato dall’agenzia stampa Bloomberg, anche nella gazzetta ufficiale saudita sono comparsi le prime anticipazioni per un imminente aggiornamento delle norme che regolano lo stato civile dei sauditi, il diritto al lavoro e alla mobilità, inclusi quindi i viaggi all’estero.

L’emittente in lingua inglese Arab News Daily ha inoltre annunciato che lo stesso Re Salman Bin Abdulaziz avrebbe approvato i cambiamenti, che comprendono il diritto, per le donne di oltre 21 anni di età di ottenere un passaporto.

Si tratterebbe dell’ultimo più recente tentativo di liberalizzare norme e costumi in Arabia Saudita da parte del suo leader autoritario Mohammad bin Salman che, da quando ha preso in mano le redini del Paese, ha soppresso forme di dissenso, facendo arrestare per esempio varie attiviste che si battevano per i diritti delle donne, e concentrato sempre di più il potere nelle sue mani.

Leggi anche: