Juve, nessuno vuole lasciarti. Papà Higuain: «Gonzalo può chiudere la carriera in bianconero»

Sulla vicenda del Pipita irrompe anche papà Jorge. E in attacco è sovraffollamento

Sono passati quattro anni da quando Julian Draxler preferì il Wolfsfburg alla Juventus. Sembra una vita. E in mezzo ci sono passati campioni a sufficienza per portare addirittura Cristiano Ronaldo a scegliere i bianconeri. La scalata, con l’ossessione della Champions League prima nemica da debellare, è totale. Ma ha pure i ‘contro’. Alla Juve si sta talmente bene che nessuno vuole andare via.

Home sweet home

Vinovo, poi la Continassa: sull’ingresso è come se ci fossero le calamite. E così anche gli esuberi, per quanto di lusso, non vogliono togliere le tende. La Juventus è un accampamento troppo invitante. Con il caso Dybala aggiornato di minuto in minuto, torna a farsi sentire anche la famiglia Higuain: stesso concetto-refrain, «Stiamo bene qui».

Se lo dice papà…

Higuain, Gonzalo, lo sta dicendo sul campo; il fratello-agente Nicolas ha usato i social. Papà Jorge, invece, una radio argentina per ribadire la voglia di juventinismo del figlio: «Gonzalo è in buon momento per chiudere la sua carriera nei prossimi due anni alla Juventus – ha detto papà Pipa ai microfoni di Continental Ctes -. A noi, come famiglia, piacerebbe che si ritirasse al River, c’è un grande e affettuoso rapporto con Gallardo».

Il richiamo argentino solo dopo la permanenza alla Juve che, però, continua a ritenere Higuain cedibile, proprio come Mandzukic e Dybala, che fa anche da testimonial alla terza maglia azzurra del club. E pensare che quattro anni fa Draxler andava al Wolfsburg per sostituire De Bruyne. Oggi, forse, anche lui si ritroverebbe con l’effetto colla all’uscita dalla Continassa.

Foto di copertina Higuain / Ansa