«La Pernigotti è salva»: Di Maio festeggia e regala gianduiotti in conferenza stampa

Siglati due accordi preliminari con Emendatori e Gruppo Spes che prevedono la reindustrializzazione della produzione di cioccolato e torrone e la cessione a del marchio “Maestri gelatieri”, dei dipendenti e delle strutture

La Pernigotti è salva. Parola del ministro del Lavoro Luigi Di Maio che parla di «accordo storico» raggiunto «in tempi record». «Non ci saranno esuberi tra i lavoratori (92 in totale ndr)», dice fiero il ministro del Lavoro durante la conferenza stampa dopo l’incontro al Mise mentre distribuisce gianduiotti ai giornalisti.

Gli accordi preliminari sono due e sono stati siglati con Emendatori e Gruppo Spes. Prevedono la reindustrializzazione della produzione di cioccolato e torrone (andrà a Spes) e la cessione a Emendatori del marchio “Maestri gelatieri”, dei dipendenti e delle strutture. Inoltre potrebbe essere una newco a gestire a produzione dello stabilimento di Novi che rimarrà aperto.

Gli accordi dovrebbero essere chiusi entro la fine di settembre. Mentre la proprietà turca Toksöz Group resterà titolare del marchio “Pernigotti 1860”. A novembre 2018 la Toksöz aveva annunciato la chiusura dello stabilimento di Novi Ligure, ma non la dismissione del marchio.

Leggi anche: