Roma, scoperti lavoratori in nero al concerto di Ultimo: 4 euro l’ora per smontare e pulire il palco

20 di loro sarebbero stati impiegati irregolarmente mentre altri 10 non avrebbero avuto nemmeno il permesso di soggiorno in regola

6.500 lavoratori in nero, questo il numero di persone che sono state impiegate in eventi con migliaia di persone in meno di tre mesi. A scoprirlo è stata la Guardia di Finanza nell’ambito dei controlli effettuati a partire dal mese di giugno con l’obiettivo di rafforzare le verifiche nei luoghi di vacanza e nelle città d’arte. 56 persone sono state denunciate.

Controlli anche al concerto di Ultimo

Emerge, tra l’altro, che dei 6.483 lavoratori in nero, il 42% erano stranieri mentre 24 – e questo è un dato ancora più allarmante – erano minori. Tra coloro che non erano in regola, e che sono stati sorpresi dalle Fiamme Gialle, persino una trentina di persone che hanno lavorato al concerto di Ultimo a Roma.

4 euro all’ora

20 di loro sarebbero stati impiegati irregolarmente mentre altri 10 non avrebbero avuto nemmeno il permesso di soggiorno in regola. La paga? 4 euro l’ora per smontare e pulire il palco.

Leggi anche: