Robert Mugabe è morto a 95 anni, l’ex padre-padrone dello Zimbabwe al potere per oltre 30 anni

L’ex presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, è morto a 95 anni. Secondo l’agenzia Reuters, il decesso è avvenuto a Singapore. Estromesso dalla guida del Paese nel 2017, Mugabe è stato il primo presidente dopo l’indipendenza riconosciuta dall’Onu nel 1980 ed è rimasto Capo dello Stato per oltre trent’anni.

Mugabe era stato costretto a dare le dimissioni nel 2017, dopo 37 anni al potere. Le sue promesse iniziali furono progressivamente disattese a causa dell’instabilità economica, di presunti brogli elettorali e di continue violazioni dei diritti umani.

La sua morte è stata confermata questa mattina in un tweet dal suo successore, il presidente Emmerson Mnangagwa, che ha definito Mugabe una «icona della liberazione», senza fornire alcun dettaglio sulle cause del decesso.

Mugabe, che salì al potere alla fine del governo di minoranza bianca nel 1980, attribuiva i problemi economici del Paese alle sanzioni internazionali e non nascondeva il suo desiderio di governare vita natural durante. Tuttavia, il crescente malcontento legato alla mancanza di una leadership unita e ad altri problemi è sfociato nell’intervento militare, nel procedimento di impeachment da parte del Parlamento e nelle proteste di strada che hanno portato alle dimissioni di Mugabe il 21 novembre del 2017