Fassina ferito nei tafferugli con la polizia a un presidio di lavoratori. LeU: «Il Viminale spieghi la violenza»

La polizia sfonda il cordone dei manifestanti a rischio licenziamento: il deputato viene soccorso in ambulanza

Il deputato di Liberi e Uguali Stefano Fassina – che è anche consigliere comunale di Sinistra per Roma in Campidoglio – è rimasto ferito durante una manifestazione dei lavoratori a rischio licenziamento di Roma metropolitane, a via Tuscolana. Il deputato è stato soccorso in ambulanza.

Secondo quanto riferiscono i soccorritori del 118, Fassina è stato trasportato in ospedale in «codice rosso per dinamica», a causa dello schiacciamento. A loro Fassina avrebbe spiegato di essere caduto e poi una volta a terra, alcune persone gli passate addosso. Il deputato è stato poi portato all’ospedale San Giovanni.

Stefano Fassina a terra dopo tafferugli all’esterno della sede di Roma Metropolitane – Foto Ansa

La polizia, secondo quanto ricostruisce l’agenzia Dire, ha sfondato il cordone dei lavoratori cercando – insieme ad alcuni collaboratori dell’assessore alle partecipate di Roma, Gianni Lemmetti – di entrare nel palazzo che ospita la società pubblica mentre l’entrata era presidiata da una cinquantina di lavoratori in mobilitazione. Nei tafferugli è rimasto ferito, tra gli altri, il deputato Leu.

Gli accertamenti

Fonti della Questura comunicano intanto che sono in corso verifiche sull’accaduto, smentendo però che ci siano state cariche da parte degli agenti. I poliziotti – dicono le stesse fonti – sono intervenuti senza che avessero caschi e manganelli.

I momenti di tensione, spiegano, si sono verificati quando un collaboratore dell’assessore capitolino alle Partecipate ha cercato di entrare nel palazzo che ospita la sede di Roma Metropolitane e ha trovato i lavoratori che presidiavano l’ingresso.

A quel punto il cordone degli agenti ha allargato lo spazio intorno alla persona che doveva entrare per permetterle di passare e nella calca Fassina è rimasto travolto.

Le reazioni

A darne notizia è il capogruppo di LeU a Montecitorio Federico Fornaro. «Grave e inspiegabile l’atteggiamento delle forze dell’ordine contro pacifici manifestanti, tra cui un parlamentare della Repubblica Stefano Fassina, costretto a ricorrere a cure mediche», dice in una nota.

«Presenteremo una interrogazione per sapere chi ha autorizzato di forzare con violenza la pacifica protesta dei lavoratori e dei sindacati e quali provvedimenti si intendono assumere contro i responsabili».

«Quanto è avvenuto davanti alla sede di Roma Metropolitane è molto grave, scrive in una nota il segretario Pd Nicola Zingaretti. Si faccia immediata chiarezza, siamo vicini a lavoratori, sindacalisti, consiglieri e deputati».

«Qualcuno nelle prossime ore dal Viminale dovrà spiegare a tutti noi, al Parlamento e all’opinione pubblica perché nel 2019 lavoratori che difendono il proprio posto di lavoro siano picchiati dalle forze dell’ordine, che rappresentanti sindacali e parlamentari vengano feriti, come si vede chiaramente dai video e dalle foto degli organi di informazione», denuncia Nicola Fratoianni, di Sinistra Italiana-Leu. «A Stefano Fassina, al segretario della Cgil di Roma e a quello della Uil di Roma e del Lazio la nostra solidarietà e un abbraccio», aggiunge.

In copertina Stefano Fassina. Video agenzia Dire

Leggi anche: