Fassina ferito nei tafferugli con la polizia, Gabrielli dalla parte degli agenti: «Operato ineccepibile»

«Polizia non è punching ball», ha aggiunto il capo della Polizia

«L’operato degli agenti è stato ineccepibile». Il capo della polizia Franco Gabrielli ha risposto così a chi gli ha chiesto della manifestazione dei lavoratori di Roma metropolitane in cui è rimasto ferito il deputato Leu Stefano Fassina.

«Altri non avrebbero dovuto consentire che si arrivasse a quel punto – ha aggiunto intervenendo al Festival delle Città in corso a Roma parlando di immigrazione – e il delegato dell’assessore avrebbe dovuto avere maggior cautela nel chiedere l’intervento della polizia per entrare in una circostanza nella quale forse, se non fosse entrato, non avrebbe creato quanto successo dopo».

«Io credo che chi manifesta debba sempre porsi nella condizione di manifestare pacificamente il proprio pensiero. E di non considerare i poliziotti e i carabinieri dei punching ball. Questo è un Paese nel quale si è ritenuto che sputare a un poliziotto sia un comportamento di tenue gravità. Io credo che non sia così. Chi veste una divisa e chi rappresenta un’istituzione, credo che dovrebbe essere portatore di un rispetto non solo per la persona ma anche per quello che rappresenta», ha detto Gabrielli.

Poi il capo della polizia ha annunciato che i reati sono in calo e che «1 su 3 è commesso da persone straniere». Gabrielli ha detto anche che: «È necessario costruire percorsi di integrazione altrimenti si creeranno condizioni favorevoli a illegalità, degrado, criminalità e terrorismo».

Leggi anche: