Trieste, chi erano i due agenti trentenni uccisi nella sparatoria in questura

I due poliziotti avevano appena 30 anni. Erano originari di Napoli e Roma

Sono due trentenni i due agenti di polizia uccisi nella sparatoria di oggi pomeriggio nella questura di Trieste. I due poliziotti si chiamavano Pierluigi Rotta, un agente scelto, e Matteo Demenego, agente.

Il più anziano era Rotta, aveva 34 anni ed era originario di Pozzuoli, in provincia di Napoli. Era figlio di un poliziotto, oggi in pensione. Il più giovane era invece Demenego, aveva 31 anni ed era di Velletri, in provincia di Roma.

ANSA / Pierluigi Rotta, uno dei due poliziotti uccisi a Trieste, aveva 34 anni

Dalle prime ricostruzioni, i due agenti stavano accompagnando due fratelli di nazionalità domenicana in bagno, dopo averli fermati per una rapina. Uno dei due fermati è però riuscito a impossessarsi della pistola di uno degli agenti e li ha colpiti a morte da distanza ravvicinata.

ANSA / Matteo Demenego, uno dei due poliziotti uccisi a Trieste, aveva 31 anni

Leggi anche: