Migranti, Mattarella da Copenaghen: «Serve una distribuzione su base volontaria»

La premier danese Matte Frederiksen ha ricordato la posizione della Danimarca: sì agli aiuti ma no alle redistribuzioni

«Quello dei migranti è un problema che esiste e che bisogna governare». Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è in visita a Copenaghen. Nella capitale della Danimarca, accanto alla premier Mette Frederiksen, ha affrontato due questioni: quella sui migranti e quella sui dazi decisi dagli Stati Uniti.

Tornare sul tema dei migranti, proprio in Danimarca, non è stato casuale. Mattarella ha spiegato che: «Ci sono aspetti che impensieriscono la gente ma bisogna far capire che il problema si risolve stroncando il traffico di esseri umani, con una distribuzione su base volontaria e con canali legali d’immigrazione. Nonché aiutando i Paesi d’origine».

La premier danese invece ha ribadito la sua linea: ha riconosciuto il lavoro dell’Italia ma ha spiegato che per Copenaghen la strada migliore per rispondere alla crisi migratoria non è quella di puntare sulla ridistribuzione ma piuttosto su nuove forme di aiuto per i Paesi da cui questi flussi provengono.

Passando poi ai dazi degli Stati Uniti, Mattarella ha spiegato che anche questo problema deve essere affrontato insieme dai Paesi europei: «Si rischia una spirale che contraddirebbe lo spirito euro-atlantico. Per questo serve una risposta unita dell’Unione Europea. Nessun Paese da solo può pensare di risolvere la questione dazi. Mi auguro che l’applicazione delle misure non venga mai attuata».

Foto di Copertina: Ansa | Mattarella a Copenaghen

Leggi anche: