Milan, Pioli per Giampaolo. E torna a rischio Andreazzoli. K.o. i teorici del bel calcio

Oggi il Milan chiude col nuovo allenatore. Le genovesi cercano alternative in panchina

Sono bastate sette giornate per svitare i bulloni su diverse panchine di serie A. A breve si sgancerà anche l’ultima vite, quella dell’ufficialità, che tiene agganciato Marco Giampaolo alla panchina del Milan. Oggi, a meno di clamorosi colpi di scena (remotissimi), gli subentrerà Stefano Pioli. L’ex allenatore della Fiorentina firmerà un contratto di due anni a 1,5 milioni di euro a stagione dopo il clamoroso stop nella trattativa che ieri sembrava aver portato Luciano Spalletti sulla panca rossonera.

Genoa e Samp

Con Pioli al Milan, svanisce il primo obiettivo delle due genovesi, a loro volta impegnate nel reperire un nuovo allenatore. La situazione meno stabile in casa Genoa dove Andreazzoli, che ieri sembrava aver incassato la fiducia a termine di Preziosi, è stato convocato per il pomeriggio con tanto di allenamento mattutino saltato. 

L’ex allenatore dell’Empoli, che con lo stesso Giampaolo aveva ricevuto gli applausi della critica per il bel gioco mostrato dalle rispettive squadre nella passata stagione, rischia di saltare proprio dopo la sconfitta col Milan. A Preziosi piace molto Gattuso. Che ispira anche la Sampdoria, fresca orfana di Di Francesco dopo la risoluzione del contratto. In pole, però, ci sarebbe Francesco Guidolin. Seguito da Gianni De Biasi, nonostante le smentite di rito. 

Leggi anche:

Foto di copertina Ansa