Le espressioni della traduttrice italiana di Trump diventano virali: «Sei tutti noi»

Stupore, sgomento o semplicemente grande concentrazione?

Le sue espressioni ora concentrate ora sbigottite hanno conquistato il web. L’incontro bilaterale tra i presidenti di Usa e Italia non è stata una passeggiata per nessuno, traduttrice compresa.

La donna, che ha tradotto gli interventi di Donald Trump per Sergio Mattarella e i giornalisti presenti nello studio ovale, ha palesato qualche perplessità sulla scelta di parole del presidente Usa. E – è il caso di dirlo – glielo si leggeva in volto. Un utente americano ha commentato la «confusione sulla faccia della traduttrice mentre traduce il “trumpese” in inglese, e poi in italiano».

Prima di scoprire altri dettagli, il popolo del web si stringe intorno alla traduttrice, ricondividendo migliaia di volte le immagini del suo sconcerto. Come scrive un utente: «È tutti noi».

A guardare le riprese integrali dell’incontro, però, le espressioni della donna non sembrano cambiare più di tanto. L’interprete sembra mantenere lo stesso sguardo interessato sin dall’inizio, ancora prima che il presidente Trump cominci a parlare. Forse allora non si trattava di stupore, ma semplicemente di grande concentrazione.

Leggi anche: