Il ministro M5s Spadafora scarica Conte? «Non lo vedo come leader politico. Non lo vedo nelle piazze»

Per il futuro del Movimento 5 Stelle, la concorrenza tra l’attuale capo politico Luigi Di Maio e il premier si fa sempre più evidente. Intervistato a Omnibus, il ministro dello Sport frena però le ambizioni del presidente del Consiglio

Dopo il faccia a faccia tra Giuseppe Conte e il capo politico M5s Luigi Di Maio di ieri mattina, è il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora a frenare le ambizioni politiche del presidente del Consiglio. «Non lo vedo come leader politico. Non vedo il professore nelle piazze», ha detto l’esponente 5 Stelle durante la trasmissione Omnibus su La7.


Spadafora ha usato l’appellativo ‘professore’, la stessa usata in passato da molti osservatori per descrivere Mario Monti, per descrivere il premier scelto proprio dal Movimento 5 Stelle. «Il fatto che il presidente del Consiglio abbia preso dimestichezza con il suo ruolo sia un bene per tutti (…). Il suo consenso deriva dal fatto che abbia mantenuto in questi mesi un certo equilibrio, una certa equidistanza», ha proseguito il ministro Spadafora.

«Escludo un asse Renzi-Di Maio» ha detto chiudendo all’ipotesi di una sostituzione di Giuseppe Conte (ma facendo proseguire la legislatura). «Consiglio a Renzi di guardare all’esperienza di Salvini. A far cadere un governo sono bravi tutti» , ha concluso Spadafora che è stato uno degli artefici dell’avvicinamento tra il Movimento 5 Stelle e il Pd.

Leggi anche: