Un milione di euro per le mamme atlete: il nuovo fondo del governo. L’azzurra Lo Bianco: «La maternità è compatibile con lo sport»

Ogni atleta potrà accedere a un contributo di mille euro al mese per dieci mesi

Essere mamme e atlete. Un binomio una volta considerato impossibile. Fino a quando campionesse come Serena Williams o Allyson Felix ci hanno fatto ricredere a proposito della conciliabilità del ruolo di madre e di una carriera sportiva vissuta ad altissimi livelli.

Ora anche l’Italia pare essersi accorta di questo mondo di donne, divise tra lo sport e la famiglia. Il ministero per lo sport del governo ha presentato una nuova misura a sostegno della maternità per le atlete: un fondo di un milione di euro. Ogni atleta di alto livello in maternità potrà accedere dietro domanda a un contributo di mille euro al mese per 10 mesi.

Come annunciato dal vice capo di gabintto del ministero dello Sport Marco Salzano, entro febbraio il fondo sarà rivisto con un decreto ministeriale in base alle richieste e alle disponibilità della cassa statale, anche se la volontà dell’Esecutivo resta quella di confermarlo se non di aumentarlo.

«È un segnale molto importante – spiega Salzano – che il governo vuole dare alle mamme atlete. Spesso è considerata una banalità ma si può essere atlete di alto livello, fare le mamme e avere la gioia di avere uno o più figli e poi tornare a fare sport. Un sussidio che possa rendere questi momenti il più possibile piacevoli».

Luisa Rizzitelli presidente di Assist, Associazione nazionale atlete, ha aggiunto: «È una cosa monumentale, le donne in Italia quando fanno sport hanno un problema gigantesco e invece hanno bisogno di tutele. Questo governo ha fatto già un passo importante, si deve abbattere lo stereotipo secondo cui un’atleta che ha un figlio non può tornare a fare performance di alto livello. Un valore simbolico molto importante».

A rafforzare e veicolare la misura, uno spot promozionale trasmesso sulle reti Rai e da una campagna di comunicazione e promozione curata dall’associazione Assist. Testimonial dello spot, la pallavolista azzurra Eleonora Lo Bianco, ex capitano della nazionale italiana, testimonial dell’iniziativa e da poco diventata mamma della piccola Emma: «La maternità – le parole di Lo Bianco – è assolutamente compatibile con lo sport di alto livello. Rispetto e pari opportunità sono un diritto di ogni singola atleta».

Leggi anche: